Idee e strumenti
per evolvere
Idee e strumenti
per evolvere
Centodieci
Raccontare esperienze reali che possano aiutarci a percorrere strade nuove e sostenere un diverso approccio al lavoro, alla vita e alla società basato su valori quali condivisione, empatia, crescita e libertà. Questo è la...
come valutare la tua cultura aziendale

Non crescerai nella tua azienda: ecco 10 segnali per comprenderlo prima che sia tardi

Centodieci
Idee vincenti, valori, strumenti di self improvement

Signs Your Company Culture Stinks from POSSIBLE

Non lavoriamo soltanto per guadagnare, lavoriamo per crescere professionalmente e umanamente. Lavoriamo, in una parola, per sbocciare. Non per appassire. Eppure il rischio di finire tumulati in un ufficio, in una compagnia o in un’azienda dove regna l’immobilità è molto alto sempre, per tutti. Esistono comunque modi di capirlo in maniera tempestiva, e in questo senso è utile guardare innanzitutto alla cultura della nostra organizzazione.
Ecco 10 segnali da considerare.

  1. Si fa sfoggio di vantaggi e amenità
    “Quanto è divertente lavorare qui! Farai un sacco di cose che non hai mai fatto. Ti offriremo possibilità che non avresti avuto. L’atmosfera è informale. Si gioca, c’è spirito di comunità”. Se c’è bisogno di dirlo, vuol dire che non è vero.
  2. L’ufficio non è accogliente
    I muri parlano: se l’illuminazione non è un granché, se entrando ci si sente immersi in un’atmosfera di abbandono e se non regna sovrana la pulizia forse bisogna porsi delle domande. Sicuro di voler lavorare lì?
  3. Solo i capi hanno begli uffici
    Esistono poche figure di potere con stanze tutte per loro, mentre chiunque altro lavora un po’ alla rinfusa: dove capita o in un minuscolo angolo di scrivania.
  4. Nessuno menziona la parola “cultura”, mai
    Ogni azienda o ufficio deve avere una sua cultura. Dei valori sui quali poggiare e fare affidamento ogni giorno. Questi valori devono essere rilevanti, e oggetto di discussione e revisione costruttiva continui.
  5. I boss non ti fanno una buona impressione
    Attenzione: un buon gruppo è definito da un buon leader. Se ti sembra che lei o lui per primi siano un po’ fuori fuoco, forse è il caso di darsela a gambe levate.
  6. Viene posta troppa enfasi sull’eccellenza
    “La nostra è la prima compagnia nel suo campo!”. “Siamo i migliori!”. “Puntiamo al massimo!”. Forse in azienda esistono standard poco realistici?
  7. Qualcosa non va
    Semplice semplice. Fidiamoci del nostro intuito. Se stiamo male, se non siamo convinti, se ci sentiamo avviluppati nei paradossi vuol dire che non tutto è effettivamente al suo posto.
  8. Ci sono delle regole di comportamento affisse al muro
    La cultura aziendale deve essere introiettata in ciascun leader e impiegato. Se è necessario che un elenco puntato sia appeso in bella vista, forse non lo è.
  9. Sono le cinque di pomeriggio e tutti sono affogati di lavoro
    Guardati attorno: i tuoi colleghi sono felici o insoddisfatti? Quanti compiti hanno da sbrigare? Esiste una logica coerente nella loro assegnazione? Se andare a casa sembra impossibile, è possibile che tu lì non ci voglia stare.
  10. Tutto ciò che si fa tra colleghi è lavorare
    Si è parlato più volte dell’importanza dell’ascolto e dell’empatia. Non è necessario che tra colleghi si esca assieme ogni sera, ma si deve percepire l’esistenza di legami più o meno solidi tra chi passa assieme così tante ore al giorno.
14 settembre 2017