Idee e strumenti
per evolvere
Idee e strumenti
per evolvere
Centodieci
Raccontare esperienze reali che possano aiutarci a percorrere strade nuove e sostenere un diverso approccio al lavoro, alla vita e alla società basato su valori quali condivisione, empatia, crescita e libertà. Questo è la...
come dominare ansia

Sul lavoro, l’ansia nasce dallo stress: 5 consigli per mettersi a posto con se stessi

Centodieci
Idee vincenti, valori, strumenti di self improvement

The forerunner of best practices: Anxiety Driven Development from Nicole Bartolini

Può capitare, durante la nostra carriera lavorativa – ma anche scolastica – di essere colpiti da attacchi d’ansia. Sia che degenerino in qualcosa di più serio, o che rimangano manifestazioni contenute, l’ansia può essere problematica perché interferisce negativamente non solo sulla nostra vita lavorativa ma anche personale.

Prima di tutto c’è bisogno di distinguere tra ansia e stress. Quando siamo stressati siamo ben consapevoli di quale sia la causa del nostro stress, cos’è a preoccuparci. Quando siamo invece presi dall’ansia ci troviamo in uno stato di confusione, non è ben chiaro che cosa ci stia capitando e a diventare un problema è non solo l’ansia in sé ma come noi reagiamo all’ansia stessa. L’ansia infatti ci porta a sopravvalutare la sensazione di pericolo in cui siamo convinti di trovarci e può essere paralizzante fino a diventare una vera e propria fobia.

È bene ricordare che per alleviare lo stress, e tenere l’ansia alla larga, è fondamentale condurre uno stile di vita sano: fare sport, mangiare bene, dormire, staccare ogni tanto la testa dai pensieri lavorativi, prendersi delle vacanze rilassanti. Ma se anche questo non bastasse, per evitare che il nostro stress degeneri in qualcosa di più serio e problematico, ecco di seguito 5 consigli che ci possono aiutare a frenare sul nascere o addirittura a evitare l’ansia sul lavoro.

1. Rimanere positivi

L’ansia ci porta a credere di non essere all’altezza delle situazioni che ci troviamo ad affrontare. Ci fa sentire inadeguati, inadatti a gestire i compiti che ci sono stati affidati. Questo ci porta a proiettarci in un futuro dove abbiamo già fallito, e l’immaginarci sconfitti non fa altro che aumentare lo stato di stress e portarci ai limiti dell’ansia. Per evitare che tutto ciò avvenga è necessario rimanere positivi. Può essere utile fermarsi a riflettere, mettere nero su bianco i problemi che ci angosciano, chiedere aiuto e consiglio per superarli al meglio. Non c’è mai da vergognarsi nel chiedere aiuto. Concentratevi su un problema alla volta e trovata la soluzione gioite del vostro successo, poi passate alla problematica successiva.

2. Diventare SMART

Smart è una parola inglese utilizzata per indicare l’intelligenza, la brillantezza di una persona. Una persona smart è sveglia, rapida, sempre sul pezzo. In questo caso a essere smart non devi essere solo tu, ma anche il tuo lavoro. Per evitare che le situazioni vadano fuori controllo è fondamentale, soprattutto durante i periodi di forte stress, che il tuo lavoro sia sempre:

S = specifico. Non partire per la tangente, non divagare. Concentrati, fai un passo alla volta.

M = misurabile. Non perdere mai di vista quello che sta succedendo, se lavori in team o hai un team che lavora per te richiedi sempre i report delle attività, non lasciare passare del tempo prima di constatare i traguardi raggiunti.

A = accessibile. La parola chiave è la semplicità. Se lavori in modo semplice e accessibile sarà per te facile ripercorrere, qualora qualcosa andasse storto, tutti i passaggi che ti hanno portato fin qui.

R = rilevante. Dai priorità alle cose che contano davvero.

T = tempismo. Impara a fare le cose al momento opportuno ; il tempo che manca è la prima fonte di stress, non farti trovare impreparato.

3. Essere assertivi

Imparare a dire no, essere assertivi, può essere il tuo salvagente in più d’una occasione. Ricorda che la parola pronunciata più spesso dai grandi leader è no. Dire no significa mettere dei confini che sono indispensabili al nostro benessere. Testimonia forza, determinazione ma anche consapevolezza di se stessi e di quello che si sta facendo.

4. Essere Organizzati

Prendi un quaderno, scrivi quel che devi fare. Disegna il tuo percorso, immagina quali sono i fattori che potrebbero interferire nel tuo arrivo alla meta. Mettere nero su bianco aiuta a visualizzare i problemi e a trovare soluzioni. Organizza il tuo tempo, delega ai tuoi collaboratori o ai tuoi colleghi, ricorda che non puoi e non devi fare tutto da solo. Le gioie condivise sono le più belle ma il team è anche fondamentale per sorreggersi in caso di difficoltà.

5. Essere Rilassati

Respira. Sembrerà una sciocchezza, ma nei momenti di massimo stress lo yoga, la meditazione, gli esercizi di respirazione possono essere una vera manna dal cielo. Siediti, appoggia una mano sull’addome e respira a fondo, lentamente. Se con certi esercizi non ti trovi a tuo agio non disperare, a volte basta anche staccare da tutto, lasciare il cellulare a casa e perdersi in mezzo alla natura, passeggiare al mare, passare del tempo con i nostri cari. Una mente rilassata è una mente più ricettiva, attenta e capace di risolvere i problemi nel minor tempo.

26 febbraio 2018