Idee e strumenti
per evolvere
Idee e strumenti
per evolvere
Centodieci
Raccontare esperienze reali che possano aiutarci a percorrere strade nuove e sostenere un diverso approccio al lavoro, alla vita e alla società basato su valori quali condivisione, empatia, crescita e libertà. Questo è la...

Evita questi 5 atteggiamenti nei giorni in cui ti senti poco produttivo

Centodieci
Idee vincenti, valori, strumenti di self improvement

Top 5 Productivity Killers from Wrike

Tutti abbiamo giorni “sì” e giorni “no”: capita di svegliarsi energetici e concentrati, ma altrettanto spesso ci si sente fiacchi e demotivati. Si sarebbe rimasti a dormire per ore pure a fronte di numerosissimi impegni cocenti. Che si fa, dunque? Si getta la spugna? Assolutamente no. È sufficiente tenere a mentre 5 atteggiamenti da evitare per accrescere la propria produttività anche quando si hanno le pile scariche. Eccoli qui.

  1. “Dopo”
    A furia di posticipare ci troveremo nei guai, è garantito. Ci sono doveri che posponiamo per una varietà di ragioni, tra le quali la pura noia o la mancata comprensione di quanto va svolto. Procrastinare è una pessima idea in ogni caso. Le cose non spariscono perché non le guardiamo.
  2. “Tutto è urgente”
    No, non è vero: se sei messa o messo male, ci sono priorità. Ci sono sempre. Qualcosa può aspettare un po’, qualcun’altra no. Se salti questo essenziale ragionamento e manchi di assegnare rilevanza crescente/decrescente ai tuoi impegni annegherai. Puoi rimandarlo, quel pranzo, ma il tuo capo la prenderà male se non consegni quell’excel per tempo. Cosa fai? Conosci la risposta.
  3. “Devo rispondere alle mail/al telefono/ai messaggi”
    Anche qui: no. Specie se ti senti floscia o floscio e poco dinamico, canalizzare opportunamente le energie è fondamentale. Quando siamo esausti siamo molto più dispersivi, facciamo le cose tanto per farle e spesso commettiamo errori. Fai quello che devi fare; rispondi poi, quando avrai finito.
  4. “Sto aspettando delle risposte”
    Ok, ed è una scusa per stare con le mani in mano? Siamo certi che ci sono altri task che puoi portare a termine mentre attendi che qualcuno si palesi, ti risponda, ti dia ragguagli. Il tempo che perdi non ti verrà restituito.
  5. “Sono una grande multitasker”
    È vero che ci si può esercitare nell’arte di fare molte cose contemporaneamente, ma è anche vero che qualcosa viene sempre perduto nel processo. Meglio fare una cosa molto bene che cento male. Meglio, di nuovo, investire le proprie energie in un unico scopo. Centellinare.
1 febbraio 2018