Idee e strumenti
per evolvere
Idee e strumenti
per evolvere
Centodieci
Raccontare esperienze reali che possano aiutarci a percorrere strade nuove e sostenere un diverso approccio al lavoro, alla vita e alla società basato su valori quali condivisione, empatia, crescita e libertà. Questo è la...
farinetti palermo capitale cultura centodieci

Oscar Farinetti per Centodieci a Palermo Capitale della Cultura: ecco com’è andata

Centodieci
Idee vincenti, valori, strumenti di self improvement

È il giorno del cambiamento, o forse l’ennesimo giorno in cui si celebra il cambiamento.

Dopo Simona Atzori e Patch Adams, il terzo appuntamento del 2018 di Centodieci a Palermo Capitale della Cultura vede Oscar Farinetti, patron di Eataly e della più recente Fico Eataly World, salire sul palco del Teatro Biondo per raccontare la sua esperienza di uomo e di imprenditore di successo a una platea gremita.

Come si può essere disruptive nel 2018? Il viaggio con il protagonista si muove su tre tempi e parte dal passato, tanto che “se non sai da dove arrivi non puoi sapere dove andare”, attraversa il presente con un “qui e ora che va vissuto con consapevolezza ed entusiasmo”, e guarda al futuro, “il più bello dei tre tempi perché è l’unico che può essere cambiato e plasmato”.

Oscar Farinetti detta le sue regole, consigli per poter emergere e poter cambiare, che partono da un requisito: “Se sbagli l’implementazione puoi resettare e ripartire coi giusti accorgimenti, ma non puoi sbagliare l’analisi. Se sbagli l’analisi sei fregato, vai nella direzione errata” ha raccontato l’imprenditore. 10 regole quindi, tutte correlate tra loro come il saper gestire l’imperfezione e l’accettazione di ciò che si è,  la capacità di individuare le priorità e semplificare, il saper narrare piuttosto che la capacità di restare giovani o di non mollare mai, fino al più importante in un contesto come Palermo come la capacità di cambiare e di non rimanere ancorati al passato.

Sul palco sale anche il Sindaco del Comune di Palermo Leoluca Orlando, il messaggio arriva alla platea ancora più forte: “La cultura è diversità” ha detto il primo cittadino, “siamo orgogliosi di questi insegnamenti. Anche Palermo è cambiata, la mafia era una piaga presente sul territorio che siamo stati in grado di debellare. Diciamo grazie a Centodieci Mcu per l’ennesima splendida giornata, diciamo grazie ai palermitani che hanno avuto il coraggio di cambiare”.

Scrosciano gli applausi e cala, ma solo momentaneamente, il sipario.
Centodieci e Palermo Capitale della Cultura hanno ancora un ricco palinsesto di eventi in programma con eccellenze del panorama internazionale.
Scopri subito tutti gli eventi gratuiti.

28 marzo 2018