Idee e strumenti
per evolvere
Idee e strumenti
per evolvere
Centodieci
Raccontare esperienze reali che possano aiutarci a percorrere strade nuove e sostenere un diverso approccio al lavoro, alla vita e alla società basato su valori quali condivisione, empatia, crescita e libertà. Questo è la...
come ringraziare al meglio

Ringraziare è un’arte. Ecco 3 modi per farlo al meglio

Centodieci
Idee vincenti, valori, strumenti di self improvement

Saying Thank You from Angela DeHart

Grazie è una parola importante. Pronunciarla, nelle occasioni giuste, dimostra apprezzamento e gratitudine, ma soprattutto è un segno di rispetto verso le persone che ci hanno aiutato a fare qualcosa, a raggiungere un obiettivo. Dire grazie è un modo per dimostrare che non stai dando la loro presenza e il loro aiuto per scontato, e che, di conseguenza, loro sono importanti.

Anche sul lavoro nessuno di noi è arrivato dove è arrivato senza l’aiuto di nessuno, e riconoscere l’importanza di chi in qualche modo ci è stato a fianco e ci ha sostenuto nel nostro percorso, vuol dire riconoscere l’importanza di un semplice grazie, essere consapevoli che anche solo pronunciarlo ci rende in qualche modo delle persone migliori.

Ma come dirlo nel modo migliore? Ecco 3 consigli.

1. Essere specifici

La cosa fondamentale nel ringraziare è essere sinceri e parlare in modo chiaro. Con tono sicuro, mantenendo il contatto visivo, non dire solo grazie ma specifica in che modo l’altra persona ti è stata utile e ti ha sostenuto. Evita di dire cose che non senti o non credi, la persona che hai di fronte se ne accorgerebbe, mentre quel che vuoi trasmettere è la sensazione che credi davvero in quello che stai facendo, sei davvero grato a quella persona.

2. Fare degli esempi

Sembra banale, ma prima di dire grazie devi essere certo di essere grato, pensa a come l’aiuto di quella persona ti ha semplificato le cose. Proprio per questo, mentre ringrazi, fai degli esempi pratici, riferisci quello che ti è stato possibile fare (o ottenere) con l’aiuto della persona che hai di fronte e ti ha dato una mano. Così facendo anche lei in qualche modo si sentirà partecipe del tuo successo, sarà come averlo ottenuto assieme. È molto importante poi utilizzare il giusto linguaggio del corpo: mantieni il contatto visivo, le braccia aperte, sporgiti leggermente verso chi stai ringraziando e, se siete in confidenza e lo ritieni appropriato, stabilisci un piccolo contatto fisico (una mano sulla spalla, una stretta di mano, un abbraccio).

3. Dire grazie di nuovo

In qualunque modo tu decida di dire grazie – se non hai possibilità di farlo di persona potrebbe capitare di doverlo dire via telefono o email – è importante, prima della fine della conversazione, dirlo di nuovo. Se sei al telefono scandisci le parole in modo chiare, e ripetile prima di attaccare. Se stai scrivendo una mail cerca di scrivere la parola magica più di una volta.

24 aprile 2018