Idee e strumenti
per evolvere
Idee e strumenti
per evolvere
Barbara Grimoldi
Chef vegetariana e vegana con un'esperienza maturata in Italia e negli Stati Uniti. Sono specializzata in prime colazioni e brunch ed attualmente mi occupo di consulenza nel settore della Cucina naturale e tengo corsi di...
cosa mangiare per avere più energia

Cosa mangiano gli atleti per avere più energia? L’esempio di Roger Federer

Barbara Grimoldi
Chef vegetariana e vegana

Non possiamo affermare che la nostra alimentazione sia sempre bilanciata e in linea con le attività che quotidianamente affrontiamo. Siamo spesso attratti da ciò che ci da gusto e piacere immediato ma spesso sbilanciando il flusso e le necessità energetiche che il nostro corpo richiede per la giornata. È ormai assodato che potendo scegliere tra migliaia di prodotti posizionati sugli scaffali dei supermercati perdiamo l’orientamento verso un’alimentazione sana, adeguata e soprattutto naturale finendo spesso e volentieri in deficit.

Gli sportivi, che per mestiere sono costretti a performare costantemente senza troppi sbalzi o cedimenti, lo sanno bene e infatti sono coadiuvati da medici specializzati in alimentazione e cuochi che cercano di unire il gusto con le necessità nutrizionali. Lo stile di vita e il cibo che ingeriamo fanno per davvero la differenza e allora proviamo a guardare a qualche illustre atleta per capire come si alimenta.

Ho selezionato per voi Roger Federer, il più forte giocatore della storia del tennis e uno degli atleti più riconosciuti al mondo. Roger è seguito da uno staff di dietisti che ben lo consigliano, ma ho scelto lui perché ha un approccio all’alimentazione umano, pur prendendosi qualche libertà diciamo fuori dieta, questo gli ha permesso comunque di raggiungere una maturità e longevità sportiva estremamente rara.

Innanzi tutto predilige la dieta mediterranea, come molti di noi portando molta attenzione alla colazione, preferendo un waffle (una cialda abbastanza calorica tipica della Francia e del Belgio) equilibrata però con frutta fresca e sciroppo d’acero. Inoltre beve molta acqua e una abbondante spremuta di arancia e limone.

Per pranzo sceglie la pasta, dei carboidrati integrali, conditi con pomodoro e basilico, un piatto leggero ed equilibrato, un’eccellente riserva di energia che ingerisce di solito un paio d’ore prima di scendere in campo.

La merenda di Federer è una barretta energetica o molto spesso, chi lo ha visto giocare, sa che al cambio di campo mangia una banana, ricevendo un importante apporto di potassio.

A cena oltre la sua passione per la cucina italiana, apprezza piatti indiani e speziati accompagnati di verdure. Una dieta tutto sommato affrontabile, a cui si va ad aggiungere qualche dolcetto qua e là, un buon gelato e ancora più spesso qualche pezzetto di cioccolato fondente. Infine Roger ama celebrare con champagne dimostrando che anche un po’ di buon vino possiamo concedercelo ogni tanto. Qualche piccolo sfizio calorico, se non è mai in eccesso aiuta a vivere meglio.

Per quanto riguarda l’approccio all’alimentazione vi consiglio di distribuire il cibo uniformemente durante la giornata, saltare un pasto è un’abitudine molto sbagliata e dannosa all’organismo a meno che non si tratti di un digiuno controllato da un medico.

Ricercate la varietà dei prodotti che ogni stagione offre cosi da non annoiarvi e finire per pasticciare.

Cercate di consumate sempre cibi ricchi di fibre e integrali (ricordando di preferire quelli biologici poiché non vengono utilizzati pesticidi che altrimenti rimarrebbero nel chicco) perché aiuteranno a migliorare il vostro sistema digestivo oltre che aiutare l’organismo a sbarazzarsi dei prodotti di scarto più facilmente.

La prima colazione è fondamentale per mantenere una carica durante la giornata, in alternativa ai waffle scegliete cereali integrali con latte di riso, soia, avena e aggiungete delle uova se avete necessità energetiche.

Ultimo consiglio che dovrebbe essere il primo, ricordiamo di fare almeno mezz’ora al giorno di attività fisica, questa abitudine vi manterrà sani ed in forma permettendoci qualche libertà in più a tavola, come Roger Federer, senza però esagerare.

8 agosto 2018