4 consigli per organizzare al meglio il proprio spazio di lavoro - Centodieci

4 consigli per organizzare al meglio il proprio spazio di lavoro

Centodieci

Raccontare esperienze reali che possano aiutarci a percorrere strade nuove e sostenere un diverso approccio al lavoro, alla vita e alla società basato su valori quali condivisione, empatia, crescita e libertà....

Un elemento essenziale per le nostre attività quotidiane in ufficio è senza dubbio la scrivania, cioè la nostra zona di comfort, lo spazio in cui svolgiamo la maggior parte dei compiti che ci vengono assegnati e che finisce col diventare quasi un’estensione di noi stessi. Avrete notato che l’ordine e il disordine sono spesso proporzionali alla quantità di lavoro che stiamo smaltendo e allo stress con cui lo stiamo affrontando. Va poi ammesso che a una scrivania disordinata, stipata di oggetti, carte e appunti, corrisponde spesso una mente confusa; senza parlare poi di quanto tempo si perda alla ricerca di qualcosa che sappiamo esserci ma non ricordiamo dove… Proprio per questo è importante cercare di essere il più ordinati possibile, e questi 4 consigli vi aiuteranno a riuscirci.

1. Decluttering

La parola d’ordine è buttare. Gettate tutto quello che è superfluo: si tende ad accumulare riviste, giornali, fotocopie. Fate pulizia, archiviate quello che non vi è più utile ma potrebbe tornare a servirvi in futuro e via tutto il resto.

2. Contenitori

Sulla scrivania non ce ne sono mai troppi, organizzate i vari oggetti all’interno del contenitore più adatto, cosa che renderà più semplici anche le pulizie, e vi eviterà di lavorare tra la polvere.

3. Sistemare gli oggetti con logica

Tutto deve essere sistemato in modo da ottimizzare la produttività. Mettete il pc al centro e tenete carta e penna a portata di mano. Lo stesso vale con i documenti più importanti. Per tutti gli oggetti non essenziali ma che si usano comunque spesso vanno utilizzati i primi cassetti.

4. Personalizzare

Alla scrivania si trascorre la maggior parte delle nostre giornate, aggiungere un pizzico di originalità, dei dettagli che possano tranquillizzarci e trasmettere buone sensazioni è consigliabile.