Ascoltare musica in ufficio può aumentare la tua produttività?

Ascoltare musica in ufficio può aumentare la tua produttività?

Centodieci

Raccontare esperienze reali che possano aiutarci a percorrere strade nuove e sostenere un diverso approccio al lavoro, alla vita e alla società basato su valori quali condivisione, empatia, crescita e libertà....

L’hanno confermato numerosi studi: la musica può aumentare la produttività. Ma ricerche più recenti hanno fatto un ulteriore passo avanti, scoprendo che alcuni generi musicali ci motivano al lavoro più di altri. La musica che ci fa essere più produttivi è la musica rock, seguita da quella pop, e jazz. Heavy metal, country e hip-hop sono invece considerate capaci di distrarci. Detto questo è però fondamentale sapere come ascoltare la musica sul lavoro, personalizzare il proprio spazio e scegliere gli accessori oltre che i generi più adatti, ecco come:

1. Lunga vita agli auricolari

Ascoltare musica con gli auricolari è la scelta giusta, perché evitiamo di infastidire gli altri. Ci sono poi numerosi vantaggi secondari, soprattutto se lavoriamo in un open space: ci permettono infatti  di escludere il resto dell’ufficio fuori dalla nostra testa, eliminando quel fastidioso rumore di fondo, e poi, ammettiamolo, ci fanno sembrare davvero impegnati, evitandoci inutili discussioni con i colleghi.

2. Effetto nostalgia

La musica può farci isolare, ma d’altro canto può essere terreno comune che ci avvicina ai colleghi, soprattutto se ci rendiamo conto di condividere le stesse preferenze musicali con i brani del passato. È il cosiddetto effetto nostalgia, che crea un background comune su cui costruire un futuro condiviso.

3. Il silenzio è comunque oro

Nonostante la tendenza sempre più comune ad ascoltare musica mentre si lavora, è dimostrato che quando si tratta di dover portare a termine compiti complessi e importanti, per cui c’è bisogno di molta concentrazione, è il silenzio che paga di più.

4. La giusta playlist per il giusto compito

Se però il silenzio non è un’opzione realizzabile è allora importante scegliere la musica giusta. Si deve decidere cosa ascoltare facendo attenzione al proprio mood, alla propria personalità, alle proprie preferenze ma anche a delle variabili esterne, come la natura del compito che andremo a realizzare e l’ambiente di lavoro che ci ospita. Se dobbiamo svolgere un compito che ci stressa può essere utile iniziare ascoltando musica “agitata”, ma poi, pian piano, inserite in playlist brani più tranquilli: ci aiuteranno a rilassarci.