Come trasformare positivamente l'invidia verso i colleghi - Centodieci

Come trasformare positivamente l’invidia verso i colleghi

Centodieci

Raccontare esperienze reali che possano aiutarci a percorrere strade nuove e sostenere un diverso approccio al lavoro, alla vita e alla società basato su valori quali condivisione, empatia, crescita e libertà....

Abbiate il coraggio di ammetterlo, anche voi siete stati un po’ invidiosi quando siete venuti a conoscenza della promozione di un vostro collega. Non c’è nulla di male nel provare un’emozione del genere, fa parte della nostra natura; possiamo invidiare anche le persone cui auguriamo tutto il meglio, e la nostra piccola invidia non esclude la felicità che possiamo provare per i loro successi. Il fatto è che ci capita di chiederci “Perché non io?” e spesso tendiamo a interpretare il successo altrui come un fallimento nostro, anche se non è affatto così. Quel che possiamo fare, dato che dall’invidia esagerata possono nascere ansia e depressione, è cercare di trasformare quella gelosia in energia positiva, in opportunità per la nostra crescita. Ecco come.

1. Chiarire i nostri obiettivi

Provare invidia per l’obiettivo raggiunto da qualcun altro ci dice almeno una cosa: voglio quella cosa. Abbiamo quindi un’informazione in più per capire cosa potrebbe farci felici, e possiamo cominciare a lavorare per ottenerlo.

2. Motivarci

L’invidia e la gelosia possono essere una spinta, una motivazione in più per impegnarci a raggiungere certi risultati. Dobbiamo ricordare a noi stessi che nella vita c’è sempre tempo per imparare e per cambiare le carte in gioco.

3. Celebrare il nostro successo

Perché è più facile confrontarci con gli altri e riflettere su cosa non abbiamo ancora ottenuto piuttosto che celebrare invece quello che abbiamo raggiunto già? Questa semplice domanda è fondamentale. Dobbiamo trovare il tempo per riconoscerci i nostri stessi meriti.