Phoebe Waller-Bridge, da autrice e sceneggiatrice ad attrice - Centodieci

Phoebe Waller-Bridge, da autrice e sceneggiatrice ad attrice

Lorenza Gentile

Nata a Milano, ha pubblicato due romanzi con Einaudi Stile Libero, ha una laurea in Arti dello Spettacolo alla Goldsmiths University di Londra e un Master in Marketing, Comunicazione e Digital strategy presso la...

Si chiama Phoebe Waller-Bridge. È un’attrice e sceneggiatrice inglese.
A trentaquattro anni, è anche la prima donna nella Storia a vincere nello stesso anno un Emmy Award per la sceneggiatura, uno per il ruolo di protagonista e uno per la miglior serie tv nella categoria Comedy.
Agli Emmy Awards – premio americano d’eccellenza per qualunque prodotto televisivo – la Waller-Bridge ci arriva dalla Gran Bretagna, seguendo un percorso che sembra tracciato dal destino. Ma che è anche, e senza alcun dubbio, condito da una grande forza di volontà e soprattutto dal coraggio.

La serie di cui stiamo parlando è Fleabag, ormai sulla bocca di tutti, di cui lei è protagonista, nonché autrice.
Tutto è nato dalla sfida di un amico, che le ha chiesto di creare un brevissimo sketch per un evento di stand up comedy. Lo sketch è diventato un monologo teatrale, presentato nel 2013 al Fringe di Edimburgo – il festival di teatro più importante al mondo – dove ha vinto il primo premio. La Waller-Bridge è stata poi contattata dalla BBC, che le ha commissionato una serie tv basata sullo spettacolo. La serie è stata co-prodotta e distribuita da Amazon Prime.
La sua notorietà è cresciuta grazie al passaparola. Nel giro di un anno è diventato un fenomeno cult. Per via dell’enorme successo, è tornato anche sul palco, a Broadway e nel West End. È stata prodotta la seconda stagione, anch’essa composta da sei episodi di circa trenta minuti.

Cosa possiamo imparare rileggendo Piccole Donne

Lo diceva anche Italo Calvino, che un classico è un libro che non ha mai finito di insegnare qualcosa. Per questo oggi, in tempo per l’uscita del nuovo adattamento cinematografico di Greta Gerwig (arrivato in Italia il 9 gennaio 2020), rileggere Piccole...
Lo diceva anche Italo Calvino, che un classico è un libro che non ha mai finito di insegnare qualcosa....

17 Gennaio 2020 | Arte e Cultura

Smetti di colpevolizzarti: perché l’errore è utile

Una volta credevo che il contrario di una verità fosse l'erroree il contrario di un errore fosse la verità.Oggi una verità può avere per contrario un'altra veritàaltrettanto valida e l'errore un altro errore.- Ennio FlaianoDue fogli A4 staccati dal...
Una volta credevo che il contrario di una verità fosse l'erroree il contrario di un errore fosse la...

16 Gennaio 2020 | Crescita

Per il lavoro del futuro quello che serve è la creatività

Nel 1792, i musicisti dell’orchestra sinfonica di Franz Joseph Haydn (1732 – 1809) erano molto stanchi e arrabbiati perché era da troppo tempo che non andavano in vacanza: il loro Duca, un ricco proprietario terriero, non ne voleva proprio sapere...
Nel 1792, i musicisti dell’orchestra sinfonica di Franz Joseph Haydn (1732 – 1809) erano molto stanchi...

15 Gennaio 2020 | Crescita

La sostenibilità passa per la rivoluzione della materia

Parto da un presupposto: le cose, tutte le cose, hanno un contenuto e una forma. Questo vale sia per le cose intangibili, sia per le cose tangibili, dalle opere d’arte agli oggetti di uso quotidiano. Io, qui, mi voglio occupare di oggetti fisici, gli...
Parto da un presupposto: le cose, tutte le cose, hanno un contenuto e una forma. Questo vale sia per...

14 Gennaio 2020 | Innovability

Vuoi avere successo? Inizia a fare journaling, tieni un'agenda!

Vuoi che il 2020 sia l’anno in cui realizzerai tutti i tuoi obiettivi (personali e professionali)? Allora inizia a fare journaling!Tenere un journal, cioè un diario, ha molteplici vantaggi: tra i tanti, facilita la conoscenza di sé, ci aiuta a memorizzare,...
Vuoi che il 2020 sia l’anno in cui realizzerai tutti i tuoi obiettivi (personali e professionali)?...

13 Gennaio 2020 | Crescita

Il Game di Baricco e le nuove regole del gioco digitale

La nascita del web, il cambiamento del paradigma comunicativo e l’ascesa, rapidissima, di un nuovo sistema valoriale, di un nuovo gruppo di innovatori giovani, poco avvezzi al potere così come lo avevamo conosciuto sinora e animati, inizialmente, dal...
La nascita del web, il cambiamento del paradigma comunicativo e l’ascesa, rapidissima, di un nuovo...

10 Gennaio 2020 | Crescita

Aumentati e connessi, ma comunque uomini

La Rivoluzione Digitale è nel pieno del suo sviluppo e la Rete mobile di quinta generazione 5G è ormai prossima al debutto. Con essa assisteremo a un cambiamento ancora più impattante e pervasivo.L’era degli smartphone sta per lasciare il passo a...
La Rivoluzione Digitale è nel pieno del suo sviluppo e la Rete mobile di quinta generazione 5G è ormai...

09 Gennaio 2020 | Crescita

Non esistono destini segnati – Cosa imparare da Jeff Bezos

L'uomo più ricco del mondo, il fondatore del più grande sito di acquisti online Amazon e il proprietario del Washington Post. La sua parabola umana mostra come si possano imparare delle buone pratiche di vita da chi, partendo da un contesto familiare...
L'uomo più ricco del mondo, il fondatore del più grande sito di acquisti online Amazon e il proprietario...

08 Gennaio 2020 | Crescita

Fleabag è la storia di una trentenne che cerca il suo posto nel mondo in una città alienante come Londra, ma potrebbe essere qualunque altra città moderna; una famiglia disfunzionale alle spalle – padre anaffettivo, perfida matrigna, una sorella anoressica in piena crisi matrimoniale; una caffetteria a tema “porcellino d’india” aperta con la sua migliore amica, che si trova a portare avanti da sola, perché la migliore amica – lo si scopre dalla prima puntata – è morta; un rapporto problematico con gli uomini, interamente basato sul sesso.
Le premesse sono semplici, lo svolgimento tutt’altro che banale.
La vera ragione dietro al successo di Fleabag, infatti, non è tanto da ritrovarsi nella trama, quanto nella protagonista. Phoebe Waller-Bridge dà vita a un personaggio complesso ed estremamente contemporaneo, aprendo il dibattito su un tema cruciale: il desiderio femminile, fino ad oggi troppo spesso taciuto o edulcorato.
Fleabag (così viene chiamata la protagonista per tutta la serie) non ha peli sulla lingua, ha il coraggio di aprire al pubblico il suo mondo interiore senza censure, sempre con ironia.
Questo è considerato il suo più grande traguardo: trattare le modalità del desiderio in modo intimo e sincero, con un certo dark humour che è già diventato iconico e con il coraggio che nessuno prima d’ora ha avuto.
È subito risultato chiaro che, svelandosi, il personaggio getta luce sulla vita di molte altre donne.
Forse tutte?
Una piccola grande rivoluzione.

“Un tempo le donne vogliose erano temute, adesso vincono gli Emmys” ha dichiarato la Waller-Bridge in merito alla triplice vittoria americana, senza tradire il suo tono scanzonato.
Oltre a Fleabag e Killing Eve (serie tv creata per BBC America), Phoebe Waller-Bridge è stata chiamata a collaborare alla sceneggiatura del nuovo 007: l’immagine della donna all’interno della nostra società sta cambiando, cambiano i suoi desideri. Di conseguenza, anche l’immagine dell’uomo deve modificarsi.
Che cosa rende sexy e affascinante un uomo al giorno d’oggi?
Sono due caratteristiche che non possono mancare al nostro Bond.
Confidiamo in Phoebe Waller-Bridge, certamente saprà aiutarci a scoprirlo.