Cosa possiamo imparare rileggendo Piccole Donne - Centodieci

Cosa possiamo imparare rileggendo Piccole Donne

Redazione Centodieci

La redazione di Centodieci seleziona le migliori notizie e i migliori consigli per crescere non solo professionalmente, ma anche nella vita....

Lo diceva anche Italo Calvino, che un classico è un libro che non ha mai finito di insegnare qualcosa. Per questo oggi, in tempo per l’uscita del nuovo adattamento cinematografico di Greta Gerwig (arrivato in Italia il 9 gennaio 2020), rileggere Piccole donne di Louisa May Alcott può ancora essere considerato un ottimo modo per riuscire a comprendere come sia cambiato il mondo ma, soprattutto, l’importanza di nutrire e coltivare le proprie aspirazioni e i propri sogni. Perché se quando Piccole donne lo si legge da “piccole”, viene normale identificarsi con le sorelle minori (come Amy e Beth), nel momento in cui ci si ritrova a sfogliare nuovamente le pagine dopo tanti anni è la psicologia dei personaggi più maturi a chiarire alcuni aspetti della nostra vita (quella “da grandi”). Non a caso, Bustle ha individuato alcune importanti lezioni di vita che potremmo apprendere rileggendo, o leggendo per la prima volta, il romanzo della Alcott.
È il caso dell’importanza che Jo, l’aspirante scrittrice tra le sorelle March, attribuisce alle parole, «parole belle, che siano forti e che significhino qualcosa».

Il suo personaggio, che nel nuovo film della Gerwig è interpretato da Saoirse Ronan, è ancora oggi un monito per ricordarci quanto necessario, in ogni ambito lavorativo e aspetto della nostra vita, sia scegliere i termini corretti.

Misurarli, calibrarli, poiché ogni parola che usiamo influenza sempre la percezione che gli altri hanno di noi. Quando Amy invita il giovane Laurie, da anni innamorato di Jo nonostante non venga corrisposto, a non lasciare che questo rifiuto influisca sul suo modo di rapportarsi alle ragazze, offre ai lettori un nuovo spunto di riflessione. Quello che insegna a non fermarsi dopo aver fallito, che un fallimento non è mai tale se utilizzato per la propria crescita personale. Nonostante il dolore di alcuni momenti ci impedisca spesso di proseguire nel nostro percorso, bisogna trovare la forza per continuare a camminare, cercando di apprendere da tutti gli ostacoli incontrati e di non perdere la speranza.
Tra gli insegnamenti elencati da Bustle, vi sarebbe poi quello di apprezzare «tutte le Beth che animano le nostre vite». Quelle ragazze silenziose e timide, eppure tanto prodighe nell’aiutare quanti siano in difficoltà. Vivendo e dandosi da fare in maniera così delicata e amorevole che solo in pochi sono in grado di rendersi conto del loro valore. E quindi, che siano colleghi di lavoro o amiche, non dimentichiamoci delle nostre Beth: da trattare con la stessa cura che loro adoperano nei nostri confronti, così da poter fare squadra nei momenti di difficoltà.
«Vai, corri verso alla libertà e scopri quante cose meravigliose ha in serbo per te», consiglia Marmee March alla sua Jo, regalandoci una lezione da tramandare ai posteri: non avere paura di ciò che non conosci, solo così potrai rendere concrete le tue idee migliori. Ne scrive in proposito anche l’Independent, interpretando Piccole donne come la vittoria delle donne sognatrici, che hanno fatto giustizia alle artiste di ogni epoca. Non solo. Tra i moniti di Marmee, vi è inoltre quello di trovare sempre il tempo sia per lavorare che per divertirsi, per fare cose che siano utili e piacevoli. Si tratta di un modo per comprendere il valore del tempo e quanto occorra trovare un equilibrio tra dovere e piacere, tra la casa, il lavoro e noi stessi.

Tra insegnamenti e prese di posizione (come quando Marmee spiega alle proprie figlie che al di là degli abiti, delle acconciature che sfoggeranno mai, le donne saranno sempre di più di quello che appariranno), ciò che emerge dalla loro storia una volta giunti all’ultima pagina, è che le cose belle possono capitare nella vita di tutti i giorni, quando meno le si aspettano. Risiedono in un gesto, in un sorriso, in un apprezzamento per un lavoro ben fatto.

Che la bellezza, nel mondo, è appena dietro l’angolo. Basta solo saperla riconoscere.

Il contagioso inno alla vita di Giusy Versace

Uno dei più grandi cantautori dei nostri anni, Jim Morrison, recitava queste parole: “Non arrenderti mai, perché quando pensi che sia tutto finito, è il momento in cui tutto ha inizio” parole che fin quando non le si sperimenta sulla propria pelle...
Uno dei più grandi cantautori dei nostri anni, Jim Morrison, recitava queste parole: “Non arrenderti...

25 Febbraio 2020 | Centodieci

La benedetta necessità di reinventarsi ogni volta

Non passeranno molte generazioni prima che il senso comune bolli come assolutamente folle la vita che hanno fatto i nostri padri e i nostri nonni. Vite da posto fisso, dove i più fortunati entravano in ditta ventenni e ne uscivano sessantenni, dopo una...
Non passeranno molte generazioni prima che il senso comune bolli come assolutamente folle la vita che...

24 Febbraio 2020 | Crescita

Ne Il cielo in gabbia di Leunens e il film Jojo Rabbit tutto è possibile

Il cielo in gabbia è il romanzo della neozelandese Christine Leunens da cui è stato tratto Jojo Rabbit, portato sullo schermo da Taika Waititi, che ha vinto il Premio Oscar come Miglior Sceneggiatura non originale. Tra le ombre e le luci dei suoi protagonisti,...
Il cielo in gabbia è il romanzo della neozelandese Christine Leunens da cui è stato tratto Jojo Rabbit,...

21 Febbraio 2020 | Centodieci

#CentodieciTip: Apprezza i piccoli “piaceri proibiti”, ti fanno sentire meglio

Sentirci in colpa per amare ciò che ci fa divertire e ci distrae dalle preoccupazioni quotidiane è assolutamente sbagliato. E poco importa se si tratta dei libri di Inga Lindstrom che finiscono sempre con il matrimonio tra la proprietaria di un maneggio...
Sentirci in colpa per amare ciò che ci fa divertire e ci distrae dalle preoccupazioni quotidiane è...

20 Febbraio 2020 | Centodieci

Il nostro bagaglio ci dice tutto di come siamo

È cambiato tutto con gli aerei. E non ora, già 90 anni fa. Nel 1938, Civil Aeronautics Board stabilì per la prima volta che i bagagli per ciascuna persona fossero di dimensioni e quantità limitate.Da quel momento e con le modifiche continue che hanno...
È cambiato tutto con gli aerei. E non ora, già 90 anni fa. Nel 1938, Civil Aeronautics Board stabilì...

19 Febbraio 2020 | Centodieci

Cosa vuol dire essere genitori e figli secondo Massimo Recalcati

«Questa città è viva perchè c’è qualcuno che la rende costantemente viva, cioè che, dal punto di vista della psicanalisi, è davvero un erede», spiega Massimo Recalcati nell’ambito degli incontri del progetto RiVedere Matera, organizzato da...
«Questa città è viva perchè c’è qualcuno che la rende costantemente viva, cioè che, dal punto...

18 Febbraio 2020 | Crescita

Lavorare meno e lavorare meglio è possibile?

Non è forse vero che vivere da adulti significa lavorare, portare a casa il salario, ritagliarsi appena il tempo per figli e hobby, correre sul tapis-roulant e andare a dormire presto, finché non arriva il sabato per una passeggiata sul lungomare e...
Non è forse vero che vivere da adulti significa lavorare, portare a casa il salario, ritagliarsi appena...

17 Febbraio 2020 | Innovability

Cercami di André Aciman ci fa capire quanto importante sia il primo amore

Elio aveva amato per la prima volta, sperimentando lo strappo tremendo della separazione quando Oliver se ne era andato via. Con Chiamami col tuo nome eravamo arrivati qui, a un amore descritto quasi come fosse una febbre, che li aveva fatti sentire tanto...
Elio aveva amato per la prima volta, sperimentando lo strappo tremendo della separazione quando Oliver...

14 Febbraio 2020 | Crescita

#CentodieciTip: Non fasciarti la testa prima del tempo, prova a pensare positivo

Cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno, non fasciarti la testa prima di essertela rotta. Il folclore dialettale ci ha da tempo fornito le formule perfette per comprendere i rischi che corre chi, tendendo a un atteggiamento negativo e apprensivo, si...
Cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno, non fasciarti la testa prima di essertela rotta. Il folclore...

13 Febbraio 2020 | Crescita

Il negazionismo non è un'opinione, è un reato

“Il negazionismo continua a infangare la memoria di questa tragedia, dobbiamo fare di più affinché le teorie negazioniste non trovino nuovo consenso. È responsabilità di tutti noi non sottovalutare questi dati". Lo ha affermato il vice ministro...
“Il negazionismo continua a infangare la memoria di questa tragedia, dobbiamo fare di più affinché...

12 Febbraio 2020 | Arte e Cultura