Cosa imparare dalla visione imprenditoriale di Ferruccio Lamborghini

Cosa imparare dalla visione imprenditoriale di Ferruccio Lamborghini

Giacomo Damian

Appassionato di economia, impresa, finanza e mercati, ne scrive da anni su carta stampata e web con lo pseudonimo di Buddy Fox....

A volte mi domando che idea possano farsi del cosiddetto “miracolo economico” i ragazzi che hanno imparato a usare il touch screen prima di saper leggere e scrivere. Dei favolosi anni Sessanta del secolo scorso, quando il nostro Paese sbalordiva il mondo centrando contemporaneamente obiettivi quantitativi e qualitativi fuori dall’ordinario. Quando, incredibile ma vero, la Lira veniva premiata quale moneta più virtuosa al mondo e il deficit di bilancio non raggiungeva il 60%. La Storia la fanno gli uomini e qualcuno la fa più degli altri. Come Ferruccio Lamborghini, il nonno di Elettra, l’artista che ha vinto due dischi di platino con il suo primo singolo. A differenza della nipote, abile imprenditrice dell’impalpabile (5 milioni di follower su Instagram) Ferruccio creò dal nulla un piccolo impero di oggetti di palese consistenza fisica: macchine per lavorare la terra prima, macchine per sognare poi. 

Che uomo era Ferruccio Lamborghini? 

Le cronache ce lo raccontano come il tipico figlio della sua terra, l’Emilia-Romagna ribattezzata Motor Valley che ha dato i natali all’aristocrazia della nostra industria motoristica, la patria di Maserati, Ferrari, Dallara, Ducati, Pagani e Tazzani, per citare i più importanti inventori di motori. Un uomo che non terminò neppure le scuole elementari e nonostante ciò seppe costruire nel primo dopoguerra la “Lamborghini Trattori”, una delle più importanti aziende costruttrici di macchine agricole del nostro paese. Ai trattori seguirono negli anni sessanta i bruciatori e nafta e i condizionatori, prodotti di alta qualità offerti a basso prezzo. La decisione di costruire automobili sportive di lusso pare sia frutto di conflitti con il più celebre Enzo Ferrari, un’antipatia personale la cui veridicità sfuma nelle nebbie della leggenda. Come sia, ciò che è invece è storicamente accertato è l’eccellenza raggiunta in brevissimo tempo partendo letteralmente da zero: alcuni modelli, come la celeberrima Miura, divennero simboli del design e del saper fare italiano.

Tornando ai nativi digitali, cosa può insegnare la vicenda imprenditoriale di Ferruccio, l’emiliano con il bernoccolo della meccanica? Penso che l’insegnamento riguardi tre aspetti fondamentali.

Il primo, la volontà e l’intuito di intraprendere in prima persona: Lamborghini inizia nel 1947 acquistando gli automezzi inutilizzati dall’esercito italiano trasformandoli in macchine agricole.

Il secondo, il perseguimento costante e fin ossessivo dell’innovazione: Lamborghini fu tra i primi ad utilizzare nella sua officina macchine utensili a controllo numerico, garanzia di precisione e alta produttività

Il terzo, l’intelligenza mercatistica: Lamborghini inventa per i propri clienti un servizio di assistenza totale e personalizzata. Se una delle sue auto si rompe, c’è sempre un meccanico pronto a salire su un aereo con il pezzo di ricambio in valigia. Gratuitamente. “È un costo che rende” afferma sorridendo Ferruccio Lamborghini.

“Un costo che rende” è un principio sconosciuto alla gig economy, il mondo dei prodotti e dei servizi indifferenziati a basso prezzo. Una logica economica insostenibile nel lungo periodo. Creatività, innovazione, centralità del cliente: costi che rendono perché creano valore.

Viaggia con questi 4 podcast da non perdere

La pandemia globale che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo ha colpito in maniera durissima il settore del turismo, forse più di ogni altro. Se fino a qualche mese fa progettare e immaginare le nostre vacanze era una specie di secondo lavoro per molti...
La pandemia globale che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo ha colpito in maniera durissima il settore...

13 Agosto 2020 | Arte e Cultura

Burnout estivo: 5 rimedi per riequilibrarsi

Chiudete per un attimo gli occhi. Immaginate una lunga campagna meridionale, con il grano che si allarga come un pavimento dorato, all'orizzonte si scorgono appena le chiome degli ulivi. Volete vederli meglio, così decidete di incamminarvi. Un piccolo...
Chiudete per un attimo gli occhi. Immaginate una lunga campagna meridionale, con il grano che si allarga...

11 Agosto 2020 | Crescita

Cambiare l’acqua ai fiori di Valérie Perrin, sull’ottimismo di sapere che niente è perduto

Violette Toussaint è la guardiana della vita e della morte degli altri, ma non riesce a esserlo della propria. Vive ascoltando le voci della gente, probabilmente per evitare di sentire i tormenti della sua vita, che cela un segreto che scopriremo solo...
Violette Toussaint è la guardiana della vita e della morte degli altri, ma non riesce a esserlo della...

07 Agosto 2020 | Arte e Cultura

È arrivato agosto: e tu sei pronto a cambiare?

Per molti agosto è un mese di sana follia, ma può anche essere un incredibile e perfetto punto di partenza per grandi progetti. In un mese come questo, infatti, trova ottimo spazio di applicazione il concetto di “ozio creativo” elaborato dal sociologo...
Per molti agosto è un mese di sana follia, ma può anche essere un incredibile e perfetto punto di partenza...

06 Agosto 2020 | Crescita

5 spiagge italiane bellissime e poco affollate da scoprire

Molti di noi in questa particolare estate post-lockdown stanno riscoprendo la bellezza di un viaggio in Italia. La maggior parte sceglie il mare e, anche se ci sono meno persone in viaggio, soprattutto nei weekend l'atmosfera di spiagge altrimenti splendide...
Molti di noi in questa particolare estate post-lockdown stanno riscoprendo la bellezza di un viaggio...

05 Agosto 2020 | Centodieci

Apriti al nuovo della tua vita - Il valore del viaggio per la conoscenza

Come ci ricordano Gianluca Bocchi e Mauro Cerruti, nel mondo moderno il sapere non è più solo un accumulo di conoscenza, ma diventa reticolare; l’esperienza, dunque, non è più unica, ma molteplice, i percorsi sono interconnessi e potenzialmente...
Come ci ricordano Gianluca Bocchi e Mauro Cerruti, nel mondo moderno il sapere non è più solo un accumulo...

04 Agosto 2020 | Crescita

Per essere creativo devi essere esploratore, artista, giudice e guerriero

Iniziamo facendo un piccolo esperimento. Fate la somma dal numero 1 al numero 1000 in un minuto. Considerando il tempo limitato, di sicuro abbiamo subito iniziato a fare i conti: 1+2=3, 3+4=7, 7+5=12; poi, dopo altre addizioni, ci siamo confusi e scoraggiati,...
Iniziamo facendo un piccolo esperimento. Fate la somma dal numero 1 al numero 1000 in un minuto. Considerando...

03 Agosto 2020 | Crescita

A proposito di niente o come imparare a prendere la vita meno sul serio

A proposito di niente è il titolo dell’autobiografia di Woody Allen, scritta a 84 anni e uscita in Italia per La Nave di Teseo. Un racconto personale, fatto di paradossi come il titolo stesso: è un “niente” di 400 pagine quello del cineasta...
A proposito di niente è il titolo dell’autobiografia di Woody Allen, scritta a 84 anni e uscita...

31 Luglio 2020 | Centodieci

Cinque mete estive che ti faranno tornare migliorato

Secondo un notissimo aforisma dello scrittore americano John Steinbeck, «le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone». Viaggiare, muoversi, entrare in contatto con nuove culture, nuovi luoghi e nuovi modi di vivere, preparare i...
Secondo un notissimo aforisma dello scrittore americano John Steinbeck, «le persone non fanno i viaggi,...

29 Luglio 2020 | Crescita

Le canzoni della radio sono la colonna sonora della nostra vita

È sempre difficile rispondere alla domanda: «Qual è la tua canzone preferita?». I motivi sono vari: innanzitutto ce ne possono essere diverse, perché diverse sono i momenti della vita e quasi sempre questi momenti si legano indissolubilmente a una...
È sempre difficile rispondere alla domanda: «Qual è la tua canzone preferita?». I motivi sono vari:...

27 Luglio 2020 | Arte e Cultura