«La complicità con la natura era una forma di conoscenza del nostro passato che abbiamo perduto, certi che la tecnologia avrebbe coperto i nostri bisogni. Il passato può forse insegnarci nuovamente la conoscenza del rapporto profondo di complicità che esiste tra gli edifici e l’ambiente circostante. Matera ne è un esempio». Sono parole particolarmente attuali, quelle dell’architetto Mario Cucinella, che ci aiutano e spingono a capire e reagire meglio al presente. Per approfondire, c’è l’articolo dell’evento.