Primavera. Cosa tenere per ottenere di più da sé stessi

Primavera. Cosa tenere per ottenere di più da sé stessi

Redazione Centodieci

La redazione di Centodieci seleziona le migliori notizie e i migliori consigli per crescere non solo professionalmente, ma anche nella vita....

Il sole, il verde e le giornate lunghe sono un primo, ottimo aiuto che la primavera vi regala per tornare a essere sereni, ma siete voi che dovete prendere in mano la situazione ed eliminare quello che mina la vostra pace interiore. Innanzitutto, oltre al piumone, per questa stagione dovete lasciare nell’armadio la sfiducia in voi stessi: per diventare maggiormente consapevoli delle vostre doti, dovete innanzitutto smettere di pretendere l’impossibile. Puntate a migliorarvi, ma non vi abbattete se fate degli errori; imparate ad apprezzare i vostri piccoli successi, lavorativi e privati, per aumentare l’autostima. Come suggerisce sul suo blog Davide Algeri, psicologo e psicoterapeuta, dovete accettarvi per quello che siete, non per quello che avete, come invece vorrebbe imporvi la mentalità consumistica di oggi.
Nel tempo libero, cercate il contatto con la natura. Ok, le serie tv sono spettacolari e il divano comodo, ma per un benessere interiore (e anche esteriore) sarebbe meglio uscire, fare sport all’aria aperta. Se non potete andare in campagna, almeno prendetevi del tempo per stare al parco a fare un po’ di esercizio o a leggere un buon libro. Ne uscirete rilassati, contenti e affronterete meglio le preoccupazioni quotidiane. Lasciate a casa la macchina ogni tanto e prendete la bicicletta, cercate l’empatia con l’ambiente che vi circonda.
Ovviamente al riordino mentale deve corrispondere quello fisico e spaziale. Sistemare la casa in primavera, regalando (non buttando!) tutto quello che non usate e puntando su uno stile minimal, è fondamentale, come ha scritto nei suoi due libri (Il magico potere del riordino e 96 lezioni di felicità) la giovane autrice giapponese Marie Kondo, che oggi nella vita lavora anche come vera e propria consulente del riordino.

Come capire la solitudine grazie al saggio di Mattia Ferraresi

Fare i conti con sé stessi, nella dimensione di individui parte di una collettività, è un esercizio ambizioso: significa dirsi pronti a mettere in discussione gli equilibri e le distanze che ci tengono insieme, a costo di perdere il senso dell’orientamento....
Fare i conti con sé stessi, nella dimensione di individui parte di una collettività, è un esercizio...

27 Marzo 2020 | Arte e Cultura

#CentodieciTip: Liberati dagli oggetti superflui per volare più in alto

«Ho lavorato per più di 5 anni per semplificare la mia vita, e mentre scoprivo le gioie sublimi di vivere in modo semplice, con meno abitudini, ma più solide, meno oggetti e distrazioni, mi sono reso conto che la maggior parte delle persone ancora...
«Ho lavorato per più di 5 anni per semplificare la mia vita, e mentre scoprivo le gioie sublimi di...

26 Marzo 2020 | Crescita

Quarantena e troppo tempo libero? Ecco cosa leggere

L'attesa è un'arte fine, di cui non tutti sono forniti o a cui non molti sono avvezzi. Eppure, in questo momento storico attendere che l'epidemia passi è un obbligo sociale, etico e tecnico. Insomma, senza entrare in merito alla questione coronavirus,...
L'attesa è un'arte fine, di cui non tutti sono forniti o a cui non molti sono avvezzi. Eppure, in questo...

25 Marzo 2020 | Arte e Cultura

No alle barriere tra manager e lavoratori – Cosa imparare da Jack Welch

Un manager fuori dal comune, un gigante venuto dopo generazioni di dirigenti che rimanevano in ombra rispetto al brand aziendale. Una figura, quella di Jack Welch, che ha segnato un prima e un dopo di lui all'interno di General Electric. Ingegnere chimico...
Un manager fuori dal comune, un gigante venuto dopo generazioni di dirigenti che rimanevano in ombra...

24 Marzo 2020 | Innovability

Smart life, quello che stiamo imparando “grazie” al virus

Mai come oggi – inteso come questi giorni – c’è bisogno di intelligenza, quella capacità di capire e trattare ogni aspetto della vita come proficuo per sé e per gli altri. Mai come in questi giorni capiamo quanto è differente qualcosa di intelligente...
Mai come oggi – inteso come questi giorni – c’è bisogno di intelligenza, quella capacità di capire...

23 Marzo 2020 | Innovability

Tutto sommato, Le Ragazze stanno bene

A che punto siamo con la parità di genere in Italia? Non è facile dirlo (nel dubbio potremmo comunque dire non benissimo), anche perché spesso l'effetto è quello di ricevere, più che dati, opinioni personali, quando non addirittura provocazioni o...
A che punto siamo con la parità di genere in Italia? Non è facile dirlo (nel dubbio potremmo comunque...

20 Marzo 2020 | Arte e Cultura

#CentodieciTip: imponiti autodisciplina, soprattutto lavorando da casa

Essere bloccati responsabilmente in casa durante questo periodo potrebbe fornirci alibi per comportamenti sbagliati. Stare in pigiama per un’intera settimana, evitare di lavarci il viso e perché no, magari nemmeno lavarci i capelli (tanto, chi ci vede)....
Essere bloccati responsabilmente in casa durante questo periodo potrebbe fornirci alibi per comportamenti...

19 Marzo 2020 | Crescita

Si tratta di dedicarsi al “decluttering” (da declutter, riordinare, fare spazio, eliminare la confusione) la pratica nata nel mondo anglosassone di riorganizzare la propria casa e i propri pensieri con l’arrivo della primavera. Un primo consiglio: se una cosa non l’avete usata nell’ultimo anno, salvo particolari valori affettivi, vuol dire che non ne avete bisogno. Compatibilmente con gli impegni di lavoro, provate un giorno a settimana a non accendere il telefono. All’inizio potreste fare fatica, ma le giornate si allungheranno e riscoprirete il piacere di chiacchierare. Provate a essere ottimisti e, se non ci riuscite, circondatevi almeno di persone capaci di vedere il bicchiere mezzo pieno. Non cercate di liberarvi dei vostri difetti, ma provate a trasformarli nella vostra forza, lavorando su voi stessi e giocando con l’autoironia. Soprattutto, lasciate a casa l’ansia, che porta solo altra ansia e vi fa essere meno produttivi, e dedicatevi alle passioni e alle persone che vi mettono di buon umore.