I 5 libri da leggere per l'estate del 2019 (secondo Bill Gates) - Centodieci

I 5 libri da leggere questa estate secondo Bill Gates

Redazione Centodieci

La redazione di Centodieci seleziona le migliori notizie e i migliori consigli per crescere non solo professionalmente, ma anche nella vita....

“Meglio avere troppi libri da leggere in viaggio che non averne abbastanza”. Così Bill Gates introduce la sua lista di letture consigliate per l’estate. Per chi è in cerca di un intrattenimento più leggero, il filantropo consiglia il romanzo The Rosie Result di Graeme Simsion, pubblicato quest’anno in Australia. Per chi invece vuole approfittare delle ferie per dedicarsi a letture più impegnate, ecco i cinque libri da leggere secondo Gates per diventare più ottimisti e imparare i segreti della leadership e del problem solving.

I libri da leggere in vacanza questa estate

1. Upheaval, di Jared Diamond. «Il libro esplora come la società reagisce di fronte alle crisi», scrive Gates, commentando il saggio dell’intellettuale americano. In un’intervista a Intercept  Diamond spiega come uno dei problemi della crisi sia la negazione della sua esistenza: “Se neghi di essere in crisi, non la risolverai mai”. Il libro usa una serie di case study affascinanti, per mostrare come le nazioni gestiscano le grandi sfide, dalle guerre civili alle minacce internazionali. Il saggio, però, è tutt’altro che deprimente, assicura Gates: “Dopo aver finito di leggerlo sono diventato più ottimista sulla nostra capacità di risolvere i problemi”, scrive.

2. Nine Pints, di Rose George. Il titolo è riferito al volume di sangue contenuto nel corpo di un adulto, spiega Gates che lo definisce “super interesting” ma sconsiglia la lettura a chi è troppo sensibile. Il libro, scritto da una giornalista britannica, si addentra nella storia culturale e nelle ricerche scientifiche sul sangue. E cosa c’è di meglio della scienza per immaginare il futuro?

3. A Gentleman in Moscow, di Amor Towles, pubblicato in italiano da Neri Pozza con il titolo “Un gentiluomo a Mosca”, è uno di quei libri che tutti dicono di aver letto, commenta Gates. Che lo definisce «divertente, intelligente e inaspettatamente ottimista». E lo consiglia anche ai non amanti della letteratura russa.

4. Presidents of War, di Michael Beschloss. Un libro sulla guerra in Vietnam che ti insegna molte cose sui maggiori conflitti che gli USA hanno affrontato tra l’inizio del ‘900 e gli anni ’70, scrive Gates. Un saggio ricco di insegnamenti trasversali sulla leadership presidenziale.

5. The Future of Capitalism, di Paul Collier. Il tema sta a cuore a molte persone, commenta Gates, che consiglia questo libro nonostante sia “in disaccordo su tutto” con l’autore. Perché?  “L’analisi del problema è meglio delle soluzioni che offre”, spiega il filantropo. Come a voler sottintendere: questa estate impariamo soprattutto da chi non la pensa come noi.