Basta buoni propositi! - Centodieci

Basta buoni propositi!

Gianluca Cedolin

nasce a Venezia e lavora come giornalista freelance. Ha pubblicato su molte testate e blog come La Repubblica, Rivista Undici, Gq, Yanez Magazine e Zona Cesarini. Appassionato di sport e di cinema, ambientalista...

«Imparerò una nuova lingua», «Mi allenerò per la maratona», «Aprirò una mia attività». Con l’arrivo del nuovo anno, tutti ci lanciamo in liste di buoni propositi: chi le scrive su dei post-it colorati e li attacca in camera, chi sul proprio taccuino, i più tecnologici su delle app create ad hoc. Ma quante volte questi si traducono in realtà, e quante altre, invece, rimangono obiettivi irrealizzati che finiscono con il deprimerci?

Ci sono molti motivi per cui scrivere liste di buoni propositi non ha senso: innanzitutto, come leggiamo sul blog Mybeautifulplace.com, i buoni propositi sono dei desideri che vorremmo si avverassero, delle idee di fare qualcosa, non dei progetti concreti: quando compiliamo la lista, spesso non abbiamo un atteggiamento attivo. Dire «oggi lo scrivo ma lo faccio domani» non comporta necessariamente un cambiamento, un’azione. Insomma, spesso i buoni propositi sono fuffa.

Viaggia con questi 4 podcast da non perdere

La pandemia globale che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo ha colpito in maniera durissima il settore del turismo, forse più di ogni altro. Se fino a qualche mese fa progettare e immaginare le nostre vacanze era una specie di secondo lavoro per molti...
La pandemia globale che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo ha colpito in maniera durissima il settore...

13 Agosto 2020 | Arte e Cultura

Burnout estivo: 5 rimedi per riequilibrarsi

Chiudete per un attimo gli occhi. Immaginate una lunga campagna meridionale, con il grano che si allarga come un pavimento dorato, all'orizzonte si scorgono appena le chiome degli ulivi. Volete vederli meglio, così decidete di incamminarvi. Un piccolo...
Chiudete per un attimo gli occhi. Immaginate una lunga campagna meridionale, con il grano che si allarga...

11 Agosto 2020 | Crescita

Cambiare l’acqua ai fiori di Valérie Perrin, sull’ottimismo di sapere che niente è perduto

Violette Toussaint è la guardiana della vita e della morte degli altri, ma non riesce a esserlo della propria. Vive ascoltando le voci della gente, probabilmente per evitare di sentire i tormenti della sua vita, che cela un segreto che scopriremo solo...
Violette Toussaint è la guardiana della vita e della morte degli altri, ma non riesce a esserlo della...

07 Agosto 2020 | Arte e Cultura

È arrivato agosto: e tu sei pronto a cambiare?

Per molti agosto è un mese di sana follia, ma può anche essere un incredibile e perfetto punto di partenza per grandi progetti. In un mese come questo, infatti, trova ottimo spazio di applicazione il concetto di “ozio creativo” elaborato dal sociologo...
Per molti agosto è un mese di sana follia, ma può anche essere un incredibile e perfetto punto di partenza...

06 Agosto 2020 | Crescita

5 spiagge italiane bellissime e poco affollate da scoprire

Molti di noi in questa particolare estate post-lockdown stanno riscoprendo la bellezza di un viaggio in Italia. La maggior parte sceglie il mare e, anche se ci sono meno persone in viaggio, soprattutto nei weekend l'atmosfera di spiagge altrimenti splendide...
Molti di noi in questa particolare estate post-lockdown stanno riscoprendo la bellezza di un viaggio...

05 Agosto 2020 | Centodieci

Apriti al nuovo della tua vita - Il valore del viaggio per la conoscenza

Come ci ricordano Gianluca Bocchi e Mauro Cerruti, nel mondo moderno il sapere non è più solo un accumulo di conoscenza, ma diventa reticolare; l’esperienza, dunque, non è più unica, ma molteplice, i percorsi sono interconnessi e potenzialmente...
Come ci ricordano Gianluca Bocchi e Mauro Cerruti, nel mondo moderno il sapere non è più solo un accumulo...

04 Agosto 2020 | Crescita

Per essere creativo devi essere esploratore, artista, giudice e guerriero

Iniziamo facendo un piccolo esperimento. Fate la somma dal numero 1 al numero 1000 in un minuto. Considerando il tempo limitato, di sicuro abbiamo subito iniziato a fare i conti: 1+2=3, 3+4=7, 7+5=12; poi, dopo altre addizioni, ci siamo confusi e scoraggiati,...
Iniziamo facendo un piccolo esperimento. Fate la somma dal numero 1 al numero 1000 in un minuto. Considerando...

03 Agosto 2020 | Crescita

A proposito di niente o come imparare a prendere la vita meno sul serio

A proposito di niente è il titolo dell’autobiografia di Woody Allen, scritta a 84 anni e uscita in Italia per La Nave di Teseo. Un racconto personale, fatto di paradossi come il titolo stesso: è un “niente” di 400 pagine quello del cineasta...
A proposito di niente è il titolo dell’autobiografia di Woody Allen, scritta a 84 anni e uscita...

31 Luglio 2020 | Centodieci

Un rischio che si corre nel darsi dei buoni propositi è che questi, semplicemente, non siano i nostri, ma siano influenzati dall’ambiente in cui viviamo: «Spesso siamo spinti a porci obiettivi che gli altri considerano rilevanti, ma che in realtà non lo sono per noi» ha detto a Focus una volta Angelica Moè, docente di Psicologia della motivazione e delle emozioni all’Università di Padova. Cerchiamo di pensare a cosa vogliamo realmente noi.

Se proprio dobbiamo scrivere la fantomatica lista, che sia una lista di obiettivi precisi e soprattutto realizzabili. Se ci prefiggiamo qualcosa di molto vago, o di irragionevole, è molto più facile che non lo faremo. Come scrive la piattaforma di life coaching e marketing Mosca digitale, invece che dire «l’anno prossimo voglio dimagrire», o «perderò dieci chili», dobbiamo pianificare qualcosa di concreto, un’azione che sia realizzabile, come iscriversi a yoga e in piscina, portarsi sempre il pranzo da casa in ufficio ed eliminando il cibo spazzatura, al fine di perdere una taglia entro tre mesi. Obiettivi concreti e raggiungibili, non buoni propositi fumosi e utopistici, quindi, e in ogni caso pochi: prefiggersi cento cose da realizzare in un anno aumenta solo l’ansia. Quindi, per il 2020, meno buoni propositi e più piccole azioni concrete.