Cinque modi per sfruttare l’inverno e il periodo freddo - Centodieci

Cinque modi per sfruttare l’inverno e il periodo freddo

Gianluca Cedolin

nasce a Venezia e lavora come giornalista freelance. Ha pubblicato su molte testate e blog come La Repubblica, Rivista Undici, Gq, Yanez Magazine e Zona Cesarini. Appassionato di sport e di cinema, ambientalista...

Molti di noi vivono l’inverno come stagione necessaria per rivedere la primavera, il caldo e le giornate lunghe, una fase di transizione in cui, se potessimo, andremmo in letargo e arrivederci ad aprile. Ma anche la stagione fredda, se la affrontiamo in maniera positiva, può diventare un periodo tanto piacevole quanto utile e fruttuoso, nel quale fare delle cose possibili solo d’inverno, come queste cinque.

Sfruttare l’inverno andando in montagna

Possiamo anche frequentare la montagna d’estate, ma la bellezza e l’adrenalina di una sciata in una giornata di sole sono impareggiabili. Secondo l’Istituto di Scienze Motorie dell’Università di Salisburgo, sciare aumenta il benessere perché ossigena i tessuti, purifica il sangue e previene l’insorgenza di molte malattie, ma soprattutto perché suscita in noi emozioni positive. L’aria di montagna fa bene perché contiene più ossigeno, e il sole preso sulle piste sarà un toccasana se ci sentiamo tristi d’inverno.

Sfruttare l’inverno leggendo

Parliamoci chiaro: almeno che non siamo tanto fortunati da essere gli unici frequentatori di una spiaggia, è difficile affrontare libri particolarmente impegnativi al mare. D’inverno invece, accompagnati da una buona tazza di infuso caldo, nessun romanzo o saggio complesso può spaventarci. Possiamo recuperare vecchi classici o tuffarci in storie contemporanee, a patto che ci piacciano: se leggere diventerà un piacere, sarà molto più facile affrontare la stagione fredda.

Sfruttare l’inverno impostando una vita più bilanciata

Al giorno d’oggi i nostri ritmi di vita sono spesso sballati. Capita di sentirci stanchi, soprattutto d’inverno, come evidenziato da una ricerca dell’American Academy of Sleep Medicine. Durante il periodo freddo, infatti, abbiamo naturalmente bisogno di dormire un po’ di più, e soprattutto meglio: dobbiamo sfruttare le giornate corte e le serate passate in casa per andare a letto un po’ prima, un’abitudine che avrà effetti positivi sul nostro corpo e la nostra psiche.

Sfruttare l’inverno iniziando qualcosa di nuovo

Come ha dimostrato una ricerca del neuroscienziato Nathan Spreng della Cornell University quando impariamo qualcosa di nuovo, ricolleghiamo il nostro cervello. Durante il periodo freddo possiamo approfittare del maggior tempo passato all’interno per imparare a lavorare a maglia (una pratica che molti paragonano allo yoga per come aiuta a rilassarsi), iniziare un nuovo hobby o imparare una nuova lingua.

Sfruttare l’inverno assaggiando nuovi piatti di stagione

Mangiare in maniera varia aiuta la salute, e ci permette di non annoiarci. Possiamo approfittare del periodo freddo per abbinare in modo originale cibi invernali: verdure come il cavolo, il radicchio, i porri, i legumi, ma anche per provare a sbizzarrirci sconfinando magari in tradizioni culinarie diverse dalla nostra. Ogni tanto infatti basta aggiungere una nuova spezia per dare sapore inedito anche al più abusato degli ingredienti. In più preferire i cibi di stagione è anche un ottimo modo per iniziare a vivere in una maniera più sostenibile.

Il contagioso inno alla vita di Giusy Versace

Uno dei più grandi cantautori dei nostri anni, Jim Morrison, recitava queste parole: “Non arrenderti mai, perché quando pensi che sia tutto finito, è il momento in cui tutto ha inizio” parole che fin quando non le si sperimenta sulla propria pelle...
Uno dei più grandi cantautori dei nostri anni, Jim Morrison, recitava queste parole: “Non arrenderti...

25 Febbraio 2020 | Centodieci

La benedetta necessità di reinventarsi ogni volta

Non passeranno molte generazioni prima che il senso comune bolli come assolutamente folle la vita che hanno fatto i nostri padri e i nostri nonni. Vite da posto fisso, dove i più fortunati entravano in ditta ventenni e ne uscivano sessantenni, dopo una...
Non passeranno molte generazioni prima che il senso comune bolli come assolutamente folle la vita che...

24 Febbraio 2020 | Crescita

Ne Il cielo in gabbia di Leunens e il film Jojo Rabbit tutto è possibile

Il cielo in gabbia è il romanzo della neozelandese Christine Leunens da cui è stato tratto Jojo Rabbit, portato sullo schermo da Taika Waititi, che ha vinto il Premio Oscar come Miglior Sceneggiatura non originale. Tra le ombre e le luci dei suoi protagonisti,...
Il cielo in gabbia è il romanzo della neozelandese Christine Leunens da cui è stato tratto Jojo Rabbit,...

21 Febbraio 2020 | Centodieci

#CentodieciTip: Apprezza i piccoli “piaceri proibiti”, ti fanno sentire meglio

Sentirci in colpa per amare ciò che ci fa divertire e ci distrae dalle preoccupazioni quotidiane è assolutamente sbagliato. E poco importa se si tratta dei libri di Inga Lindstrom che finiscono sempre con il matrimonio tra la proprietaria di un maneggio...
Sentirci in colpa per amare ciò che ci fa divertire e ci distrae dalle preoccupazioni quotidiane è...

20 Febbraio 2020 | Centodieci

Il nostro bagaglio ci dice tutto di come siamo

È cambiato tutto con gli aerei. E non ora, già 90 anni fa. Nel 1938, Civil Aeronautics Board stabilì per la prima volta che i bagagli per ciascuna persona fossero di dimensioni e quantità limitate.Da quel momento e con le modifiche continue che hanno...
È cambiato tutto con gli aerei. E non ora, già 90 anni fa. Nel 1938, Civil Aeronautics Board stabilì...

19 Febbraio 2020 | Centodieci

Cosa vuol dire essere genitori e figli secondo Massimo Recalcati

«Questa città è viva perchè c’è qualcuno che la rende costantemente viva, cioè che, dal punto di vista della psicanalisi, è davvero un erede», spiega Massimo Recalcati nell’ambito degli incontri del progetto RiVedere Matera, organizzato da...
«Questa città è viva perchè c’è qualcuno che la rende costantemente viva, cioè che, dal punto...

18 Febbraio 2020 | Crescita

Lavorare meno e lavorare meglio è possibile?

Non è forse vero che vivere da adulti significa lavorare, portare a casa il salario, ritagliarsi appena il tempo per figli e hobby, correre sul tapis-roulant e andare a dormire presto, finché non arriva il sabato per una passeggiata sul lungomare e...
Non è forse vero che vivere da adulti significa lavorare, portare a casa il salario, ritagliarsi appena...

17 Febbraio 2020 | Innovability

Cercami di André Aciman ci fa capire quanto importante sia il primo amore

Elio aveva amato per la prima volta, sperimentando lo strappo tremendo della separazione quando Oliver se ne era andato via. Con Chiamami col tuo nome eravamo arrivati qui, a un amore descritto quasi come fosse una febbre, che li aveva fatti sentire tanto...
Elio aveva amato per la prima volta, sperimentando lo strappo tremendo della separazione quando Oliver...

14 Febbraio 2020 | Crescita

#CentodieciTip: Non fasciarti la testa prima del tempo, prova a pensare positivo

Cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno, non fasciarti la testa prima di essertela rotta. Il folclore dialettale ci ha da tempo fornito le formule perfette per comprendere i rischi che corre chi, tendendo a un atteggiamento negativo e apprensivo, si...
Cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno, non fasciarti la testa prima di essertela rotta. Il folclore...

13 Febbraio 2020 | Crescita

Il negazionismo non è un'opinione, è un reato

“Il negazionismo continua a infangare la memoria di questa tragedia, dobbiamo fare di più affinché le teorie negazioniste non trovino nuovo consenso. È responsabilità di tutti noi non sottovalutare questi dati". Lo ha affermato il vice ministro...
“Il negazionismo continua a infangare la memoria di questa tragedia, dobbiamo fare di più affinché...

12 Febbraio 2020 | Arte e Cultura