#CentodieciTip: Liberati dagli oggetti superflui per volare più in alto

#CentodieciTip: Liberati dagli oggetti superflui per volare più in alto

Corinne Corci

Nata a Milano, è una giornalista praticante. Dopo essersi laureata in Lettere moderne e aver lavorato come correttrice di bozze per Mondadori, ha frequentato la scuola di giornalismo IULM. Collabora con alcune...

«Ho lavorato per più di 5 anni per semplificare la mia vita, e mentre scoprivo le gioie sublimi di vivere in modo semplice, con meno abitudini, ma più solide, meno oggetti e distrazioni, mi sono reso conto che la maggior parte delle persone ancora non lo capiva». È una delle testimonianze apparse su ZenHabits, circa le modalità per vivere meglio. Perché ormai lo sappiamo, anche adesso che ci ritroviamo a comprare online ciabattine e capsule del caffè con la scusa che fuori non possiamo uscire: anche se non siamo accumulatori seriali, viviamo sommersi dagli oggetti pensando ci piaccia.

Proviamo un sottile piacere nel comprare quella cosa in più, magari aggiungendo una confezione di topinambur alla spesa a domicilio, nonostante siamo consapevoli che lo abbandoneremo in fondo all’ultima mensola del frigorifero. 

Eppure guardandoci intorno in questi giorni costretti tra le nostre mura domestiche, ci siamo resi conto che di oggetti, di quelle piccole cose “in più”, siamo circondati.

Vestiti che non mettiamo da due o tre stagioni e che facciamo fatica a regalare, piatti e bicchieri spaiati accatastati nella credenza; pile di riviste che conserviamo da mesi anche se non avremo mai il tempo di leggere; creme, unguenti magici e prodotti di bellezza di cui non ci ricordavamo nemmeno. «Ci aggrappiamo a oggetti materiali perché pensiamo che ci facciano sentire sicuri, quando in realtà stanno ingombrando le nostre vite», ha scritto Madysyn Taylor, in una riflessione da cui emergono gli stessi aspetti riportati nelle ricerche condotte da Fumio Sasaki, autore giapponese del libro Fai spazio nella tua vita, che al Guardian nel 2017 aveva detto: «Pensiamo che più avremo, più saremo felici. Non sappiamo mai cosa potrebbe portare il domani, quindi raccogliamo e risparmiamo il più possibile, come se fosse una garanzia del fatto che non stiamo sprecando il momento. Ci rassicura, ed è sbagliato». Così ha salutato molte delle sue cose, vendendo o regalando quasi tutto. «Ora vivo ogni giorno con uno spirito diverso», aveva affermato.

Potremmo provarci, in questi giorni divisi tra lo smart working e il desiderio di fare una bella corsa tra le strade delle città deserte: a capire cosa vogliamo, e cosa invece no. Un ottimo esercizio per ogni ambito della vita. 

Come capire la solitudine grazie al saggio di Mattia Ferraresi

Fare i conti con sé stessi, nella dimensione di individui parte di una collettività, è un esercizio ambizioso: significa dirsi pronti a mettere in discussione gli equilibri e le distanze che ci tengono insieme, a costo di perdere il senso dell’orientamento....
Fare i conti con sé stessi, nella dimensione di individui parte di una collettività, è un esercizio...

27 Marzo 2020 | Arte e Cultura

#CentodieciTip: Liberati dagli oggetti superflui per volare più in alto

«Ho lavorato per più di 5 anni per semplificare la mia vita, e mentre scoprivo le gioie sublimi di vivere in modo semplice, con meno abitudini, ma più solide, meno oggetti e distrazioni, mi sono reso conto che la maggior parte delle persone ancora...
«Ho lavorato per più di 5 anni per semplificare la mia vita, e mentre scoprivo le gioie sublimi di...

26 Marzo 2020 | Crescita

Quarantena e troppo tempo libero? Ecco cosa leggere

L'attesa è un'arte fine, di cui non tutti sono forniti o a cui non molti sono avvezzi. Eppure, in questo momento storico attendere che l'epidemia passi è un obbligo sociale, etico e tecnico. Insomma, senza entrare in merito alla questione coronavirus,...
L'attesa è un'arte fine, di cui non tutti sono forniti o a cui non molti sono avvezzi. Eppure, in questo...

25 Marzo 2020 | Arte e Cultura

No alle barriere tra manager e lavoratori – Cosa imparare da Jack Welch

Un manager fuori dal comune, un gigante venuto dopo generazioni di dirigenti che rimanevano in ombra rispetto al brand aziendale. Una figura, quella di Jack Welch, che ha segnato un prima e un dopo di lui all'interno di General Electric. Ingegnere chimico...
Un manager fuori dal comune, un gigante venuto dopo generazioni di dirigenti che rimanevano in ombra...

24 Marzo 2020 | Innovability

Smart life, quello che stiamo imparando “grazie” al virus

Mai come oggi – inteso come questi giorni – c’è bisogno di intelligenza, quella capacità di capire e trattare ogni aspetto della vita come proficuo per sé e per gli altri. Mai come in questi giorni capiamo quanto è differente qualcosa di intelligente...
Mai come oggi – inteso come questi giorni – c’è bisogno di intelligenza, quella capacità di capire...

23 Marzo 2020 | Innovability

Tutto sommato, Le Ragazze stanno bene

A che punto siamo con la parità di genere in Italia? Non è facile dirlo (nel dubbio potremmo comunque dire non benissimo), anche perché spesso l'effetto è quello di ricevere, più che dati, opinioni personali, quando non addirittura provocazioni o...
A che punto siamo con la parità di genere in Italia? Non è facile dirlo (nel dubbio potremmo comunque...

20 Marzo 2020 | Arte e Cultura

#CentodieciTip: imponiti autodisciplina, soprattutto lavorando da casa

Essere bloccati responsabilmente in casa durante questo periodo potrebbe fornirci alibi per comportamenti sbagliati. Stare in pigiama per un’intera settimana, evitare di lavarci il viso e perché no, magari nemmeno lavarci i capelli (tanto, chi ci vede)....
Essere bloccati responsabilmente in casa durante questo periodo potrebbe fornirci alibi per comportamenti...

19 Marzo 2020 | Crescita

Sembra incredibile ma la vulnerabilità è la nostra unica forza

Essere il primo a dire ti amo, investire emotivamente in una relazione che potrebbe non funzionare, imbarcarsi in un progetto senza garanzie di successo, esporsi con chi può potenzialmente farci del male o deriderci, chiedere il tanto meritato aumento...
Essere il primo a dire ti amo, investire emotivamente in una relazione che potrebbe non funzionare, imbarcarsi...

18 Marzo 2020 | Crescita

Come trovare il coraggio di parlare quando qualcosa non va

Capita spesso di criticare le persone troppo dirette, quelle che non riescono a contenersi e che sembrano Vietcong appostati sull’albero in attesa di poter “sparare” la loro opinione senza troppi riguardi. Non meno pericolosa è però la schiera...
Capita spesso di criticare le persone troppo dirette, quelle che non riescono a contenersi e che sembrano...

17 Marzo 2020 | Crescita

Elogio delle riviste aziendali (ai tempi del coronavirus)

La stagione in cui sono nati la gran parte dei magazine aziendali in Italia va dalla fine degli anni ‘40 alla fine degli anni ’60: finita l’economia di guerra e andando verso la società dei consumi, in parallelo con la crescita e la maturità dell’editoria,...
La stagione in cui sono nati la gran parte dei magazine aziendali in Italia va dalla fine degli anni...

16 Marzo 2020 | Arte e Cultura