Liberati dalla brava bambina, un libro per annientare i costrutti sulle donne

Liberati dalla brava bambina, un libro per annientare i costrutti sulle donne

Corinne Corci

Nata a Milano, è una giornalista praticante. Dopo essersi laureata in Lettere moderne e aver lavorato come correttrice di bozze per Mondadori, ha frequentato la scuola di giornalismo IULM. Collabora con alcune...

Una donna non ha bisogno di chiamarsi Elena di Troia per sapere che cosa significa essere oggetto di decisioni prese da uomini, per sé, sulla sua pelle, per un suo presunto bene. Essere sempre in balia degli altri, senza poter scegliere per conto proprio. È quanto Maura Gancitano e Andrea Colamendici, filosofi e fondatori del progetto Tlon (scuola di filosofia, casa editrice e libreria teatro, con cui organizzano in Italia e all’estero numerosi seminari di divulgazione filosofica), provano e riescono a scardinare: lo fanno raccontando la storia di Lei, una donna che è allo stesso tempo un ideale e tutte noi insieme, in Liberati dalla brava bambina, un saggio, un percorso che parte da un’inquietudine e, attraverso otto racconti che hanno come protagoniste personaggi della storia, del mito e delle fiabe, approda a una grande conclusione: la necessità di rinascere individualmente, alzare la voce. 

Una donna non ha bisogno di essere un personaggio epico, del mito o di una serie televisiva contemporanea per riconoscere quel sottile turbamento che pervade, in maniera più o meno rumorosa, la quotidianità di ciascuna. «Occorre che Lei torni indietro, all’inizio della sua storia, e la racconti in un altro modo. Deve cercare di svelare tutti i segreti che sono stati rimossi e che – per dolore, vergogna, paura, rabbia, inconsapevolezza – le impediscono di vedere le possibilità del futuro», scrivono gli autori nel saggio. Proprio perché noi siamo il risultato di storie collettive, dispiegate nelle 240 pagine in cui ci renderemo conto di quante volte abbiamo obbedito involontariamente, mosse da un costrutto interiore.  Questi ritratti femminili insegnano come trasformare le gabbie in chiavi, e mutare le difficoltà in opportunità. Costruire la parità di genere non è un’utopia anche se la strada è lunga, minata dai condizionamenti che compromettono la felicità delle donne. Zittite, umiliate, deprezzate. Tutto ciò rivive nei romanzi contemporanei, nei film, nelle storie senza che spesso ce ne rendiamo conto: è difficile uscire dal labirinto in cui siamo prigioniere, se non abbiamo consapevolezza del labirinto. «Questo libro parla dei conflitti interiori che ha dentro, delle cicatrici archetipiche che la fanno stare sulla difensiva, che le scatenano la paura di essere invasa e violata nel corpo e nella psiche. È la memoria di un dolore che non ha tanto a che vedere con la storia personale, ma soprattutto con quella collettiva». 

Così, Malefica, Medea, Daenerys, Morgana divengono il modo per parlare di una narrazione che ogni donna si porta dentro e che spesso ha paura e vergogna di raccontare, «e la filosofia sarà la nostra compagna di viaggio. Filosofia intesa nel senso antico del termine: non una serie di bei concetti, come si tende a credere oggi, ma l’arte di saper vivere», scrivono, di creare uno sviluppo. A Lei, e a noi, è stato chiesto di essere femminili, associando a questo termine caratteristiche come la cura dei figli, del marito e della casa. Le è stato anche fatto credere di essere libera di poter scegliere cosa essere e fare, ma subdolamente le è stato detto di non trasgredire ai dettami della “femminilità”, per non rischiare di essere meno donna, come la società vorrebbe, seguire la retta via. Una donna troppo emancipata, che cerca di far valere le proprie ragioni, che sceglie la carriera alla famiglia, che viaggia da sola, che si diverte, deve chetarsi, perché diventa erroneamente una donna che “agisce come un uomo”, quando in realtà è semplicemente una donna, e prima ancora una persona. Fatta di desideri, sogni, individualità. È attraverso i racconti di queste otto donne dominate da una rabbia incontrollabile, che vorrebbero prendersi le responsabilità delle proprie azioni per quello che sono realmente e non per l’errato giudizio altrui, che gli autori espongono e analizzano il problema. Con una filosofia fatta di parole semplici, atte a permettere a tutti di comprendere costrutti di cui spesso ignoriamo l’esistenza. Liberati dalla brava bambina, come un consiglio: osa, fai ciò che vuoi fare veramente, e non quello che gli altri pretendono tu faccia. 

 

Viaggia con questi 4 podcast da non perdere

La pandemia globale che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo ha colpito in maniera durissima il settore del turismo, forse più di ogni altro. Se fino a qualche mese fa progettare e immaginare le nostre vacanze era una specie di secondo lavoro per molti...
La pandemia globale che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo ha colpito in maniera durissima il settore...

13 Agosto 2020 | Arte e Cultura

Burnout estivo: 5 rimedi per riequilibrarsi

Chiudete per un attimo gli occhi. Immaginate una lunga campagna meridionale, con il grano che si allarga come un pavimento dorato, all'orizzonte si scorgono appena le chiome degli ulivi. Volete vederli meglio, così decidete di incamminarvi. Un piccolo...
Chiudete per un attimo gli occhi. Immaginate una lunga campagna meridionale, con il grano che si allarga...

11 Agosto 2020 | Crescita

Cambiare l’acqua ai fiori di Valérie Perrin, sull’ottimismo di sapere che niente è perduto

Violette Toussaint è la guardiana della vita e della morte degli altri, ma non riesce a esserlo della propria. Vive ascoltando le voci della gente, probabilmente per evitare di sentire i tormenti della sua vita, che cela un segreto che scopriremo solo...
Violette Toussaint è la guardiana della vita e della morte degli altri, ma non riesce a esserlo della...

07 Agosto 2020 | Arte e Cultura

È arrivato agosto: e tu sei pronto a cambiare?

Per molti agosto è un mese di sana follia, ma può anche essere un incredibile e perfetto punto di partenza per grandi progetti. In un mese come questo, infatti, trova ottimo spazio di applicazione il concetto di “ozio creativo” elaborato dal sociologo...
Per molti agosto è un mese di sana follia, ma può anche essere un incredibile e perfetto punto di partenza...

06 Agosto 2020 | Crescita

5 spiagge italiane bellissime e poco affollate da scoprire

Molti di noi in questa particolare estate post-lockdown stanno riscoprendo la bellezza di un viaggio in Italia. La maggior parte sceglie il mare e, anche se ci sono meno persone in viaggio, soprattutto nei weekend l'atmosfera di spiagge altrimenti splendide...
Molti di noi in questa particolare estate post-lockdown stanno riscoprendo la bellezza di un viaggio...

05 Agosto 2020 | Centodieci

Apriti al nuovo della tua vita - Il valore del viaggio per la conoscenza

Come ci ricordano Gianluca Bocchi e Mauro Cerruti, nel mondo moderno il sapere non è più solo un accumulo di conoscenza, ma diventa reticolare; l’esperienza, dunque, non è più unica, ma molteplice, i percorsi sono interconnessi e potenzialmente...
Come ci ricordano Gianluca Bocchi e Mauro Cerruti, nel mondo moderno il sapere non è più solo un accumulo...

04 Agosto 2020 | Crescita

Per essere creativo devi essere esploratore, artista, giudice e guerriero

Iniziamo facendo un piccolo esperimento. Fate la somma dal numero 1 al numero 1000 in un minuto. Considerando il tempo limitato, di sicuro abbiamo subito iniziato a fare i conti: 1+2=3, 3+4=7, 7+5=12; poi, dopo altre addizioni, ci siamo confusi e scoraggiati,...
Iniziamo facendo un piccolo esperimento. Fate la somma dal numero 1 al numero 1000 in un minuto. Considerando...

03 Agosto 2020 | Crescita

A proposito di niente o come imparare a prendere la vita meno sul serio

A proposito di niente è il titolo dell’autobiografia di Woody Allen, scritta a 84 anni e uscita in Italia per La Nave di Teseo. Un racconto personale, fatto di paradossi come il titolo stesso: è un “niente” di 400 pagine quello del cineasta...
A proposito di niente è il titolo dell’autobiografia di Woody Allen, scritta a 84 anni e uscita...

31 Luglio 2020 | Centodieci

Cinque mete estive che ti faranno tornare migliorato

Secondo un notissimo aforisma dello scrittore americano John Steinbeck, «le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone». Viaggiare, muoversi, entrare in contatto con nuove culture, nuovi luoghi e nuovi modi di vivere, preparare i...
Secondo un notissimo aforisma dello scrittore americano John Steinbeck, «le persone non fanno i viaggi,...

29 Luglio 2020 | Crescita

Le canzoni della radio sono la colonna sonora della nostra vita

È sempre difficile rispondere alla domanda: «Qual è la tua canzone preferita?». I motivi sono vari: innanzitutto ce ne possono essere diverse, perché diverse sono i momenti della vita e quasi sempre questi momenti si legano indissolubilmente a una...
È sempre difficile rispondere alla domanda: «Qual è la tua canzone preferita?». I motivi sono vari:...

27 Luglio 2020 | Arte e Cultura