4 domande che devi farti per vivere intensamente la vita - Centodieci

4 domande che devi farti per vivere intensamente la vita

Anna Fata

Esperta di Comunicazione e Copywriting del benessere. Si occupa di Comunicazione integrata su carta, Web e Social su temi di salute, benessere alimentazione, psicologia dal 1998. Ha scritto migliaia di articoli,...

Sarà capitato a molti di noi: abbiamo qualcosa che vorremmo realizzare, un sogno, desiderio, un progetto, ma rimandiamo. Troviamo mille scuse, alcune più giustificate, altre meno, ma posticipiamo. Talvolta ci diamo una scadenza precisa, che però poi immancabilmente finiamo col dilazionare, o peggio non stabiliamo una data precisa.
Così facendo, però, il tempo inesorabilmente scorre.

Chi più, chi meno, tutti viviamo con la tacita convinzione di avere a disposizione un tempo pressoché infinito nella nostra esistenza. In linea di massima, razionalmente sappiamo che non siamo eterni, ma non lo prendiamo più di tanto sul serio. Gradualmente, però, oppure d’improvviso, a causa di un fatto che ci colpisce in prima persona o che riguarda qualcun altro che ci sta a cuore, ad esempio una malattia, un incidente, un lutto, o il semplice susseguirsi dei nostri compleanni, apriamo gli occhi alla realtà. Anche noi siamo mortali, anche noi abbiamo dei limiti, prima di tutto quello temporale. La nostra vita non dura in eterno. A quel punto le nostre reazioni possono essere le più disparate: dall’ansia di voler fare di tutto e di più perché ormai il tempo stringe, ai vissuti depressivi, di rinuncia di fronte all’inevitabile, alla semplice riorganizzazione delle nostre priorità di vita.

La Teoria della Selettività Socio emozionale

Ricalibrare le nostre attività in funzione della percezione dei limiti temporali è un fenomeno definito accuratamente dalla Teoria della Selettività Socioemozionale. In base a tale teoria un obiettivo che può sembrare auspicabile da giovani può magari non esserlo più con l’avanzare dell’età e può venire sostituito da un altro. Ad esempio, se da giovani si è più inclini ai viaggi, alla carriera, alle avventure sessuali, con la maturità magari si può dare più spazio agli affetti stabili, alla vita domestica, ad un minore investimento nel lavoro. Tale ridefinizione delle proprie priorità e obiettivi di vita è processo naturale, è una forma di adattamento sano al mutare delle condizioni e delle circostanze.
Questo fenomeno descritto dalla Teoria della Selettività Socioemozionale non accade esclusivamente quando si matura o si invecchia, ma si può verificare in qualsiasi momento della nostra esistenza, anche da giovani, ad esempio quando ci si deve preparare a sostenere un esame particolarmente impegnativo all’università e si riduce la quota di tempo dedicata alle amicizie, agli hobby e al relax. Oppure può capitare al temine di un ciclo di vita o di un evento che per noi è importante.

È una evenienza che non riguarda necessariamente chi siamo o cosa facciamo, ma come osserviamo, sperimentiamo, interpretiamo lo scorrere del tempo e si verifica lungo tutto il corso della nostra vita.

Come vivere intensamente ogni attimo della vita

È possibile stimolare questo processo e imparare a vivere più intensamente la nostra vita, in linea con quello che siamo veramente, con ciò in cui crediamo, che ci sta a cuore ed è importante per noi nei singoli momenti di vita. A seguire alcune domande chiave le cui risposte ci possono aiutare a fare chiarezza dentro di noi e a vivere in modo più consapevole, pieno, realizzato:

1. Se potessi stare vicino solo a 5 persone a te care, tra amici e familiari, chi sceglieresti?
Quando li hai scelti, impegnati a dedicare loro più tempo nei giorni a venire.

2. Per diventare più consapevole di una scadenza in arrivo (ad esempio la data di consegna di un lavoro, un esame, un compleanno), pensa a tutto ciò che vorresti compiere da ora fino a quel momento e mettilo per iscritto.
Rileggi la lista e chiediti: quali sono le prime 3 cose che vorresti assolutamente svolgere o che ti dispiacerebbe molto se non accadessero?
Impegnati nei giorni che ti separano dalla scadenza a lavorare nelle tre aree che maggiormente ti stanno a cuore e metti da parte tutto ciò che risulta secondario rispetto a tali obiettivi.

3. Rifletti sul fatto che non abbiamo un tempo di vita infinito di fronte.
Se ora scoprissi di avere a disposizione ancora solo 5 anni di vita, che cosa faresti di diverso rispetto ad ora? E se, invece, sapessi ora di avere di fronte solo un anno quali sarebbero le tue priorità? Come potresti riorganizzare la tua vita, già da domani, alla luce di tali risposte?

4. Pensa alla tua giornata di domani. Se lavori sai che, grosso modo, hai un paio di ore libere disponibili per te alla sera. Questo vuol dire che in una settimana lavorativa tipo puoi disporre di 10 ore complessive per te.
Come potresti impiegare queste tue 10 ore settimanali per svolgere qualcosa che ti sta veramente a cuore?

In conclusione: anche se non esistono ricette preconfezionate valide per tutti, sempre, ovunque, comunque, sviluppando l’osservazione, la riflessione, la consapevolezza, in ogni momento della nostra esistenza è possibile ricalibrare la nostra esistenza in modo più consono alle nostre reali priorità e alla persona che in quel momento siamo e che aspiriamo a diventare.

Viaggia con questi 4 podcast da non perdere

La pandemia globale che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo ha colpito in maniera durissima il settore del turismo, forse più di ogni altro. Se fino a qualche mese fa progettare e immaginare le nostre vacanze era una specie di secondo lavoro per molti...
La pandemia globale che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo ha colpito in maniera durissima il settore...

13 Agosto 2020 | Arte e Cultura

Burnout estivo: 5 rimedi per riequilibrarsi

Chiudete per un attimo gli occhi. Immaginate una lunga campagna meridionale, con il grano che si allarga come un pavimento dorato, all'orizzonte si scorgono appena le chiome degli ulivi. Volete vederli meglio, così decidete di incamminarvi. Un piccolo...
Chiudete per un attimo gli occhi. Immaginate una lunga campagna meridionale, con il grano che si allarga...

11 Agosto 2020 | Crescita

Cambiare l’acqua ai fiori di Valérie Perrin, sull’ottimismo di sapere che niente è perduto

Violette Toussaint è la guardiana della vita e della morte degli altri, ma non riesce a esserlo della propria. Vive ascoltando le voci della gente, probabilmente per evitare di sentire i tormenti della sua vita, che cela un segreto che scopriremo solo...
Violette Toussaint è la guardiana della vita e della morte degli altri, ma non riesce a esserlo della...

07 Agosto 2020 | Arte e Cultura

È arrivato agosto: e tu sei pronto a cambiare?

Per molti agosto è un mese di sana follia, ma può anche essere un incredibile e perfetto punto di partenza per grandi progetti. In un mese come questo, infatti, trova ottimo spazio di applicazione il concetto di “ozio creativo” elaborato dal sociologo...
Per molti agosto è un mese di sana follia, ma può anche essere un incredibile e perfetto punto di partenza...

06 Agosto 2020 | Crescita

5 spiagge italiane bellissime e poco affollate da scoprire

Molti di noi in questa particolare estate post-lockdown stanno riscoprendo la bellezza di un viaggio in Italia. La maggior parte sceglie il mare e, anche se ci sono meno persone in viaggio, soprattutto nei weekend l'atmosfera di spiagge altrimenti splendide...
Molti di noi in questa particolare estate post-lockdown stanno riscoprendo la bellezza di un viaggio...

05 Agosto 2020 | Centodieci

Apriti al nuovo della tua vita - Il valore del viaggio per la conoscenza

Come ci ricordano Gianluca Bocchi e Mauro Cerruti, nel mondo moderno il sapere non è più solo un accumulo di conoscenza, ma diventa reticolare; l’esperienza, dunque, non è più unica, ma molteplice, i percorsi sono interconnessi e potenzialmente...
Come ci ricordano Gianluca Bocchi e Mauro Cerruti, nel mondo moderno il sapere non è più solo un accumulo...

04 Agosto 2020 | Crescita

Per essere creativo devi essere esploratore, artista, giudice e guerriero

Iniziamo facendo un piccolo esperimento. Fate la somma dal numero 1 al numero 1000 in un minuto. Considerando il tempo limitato, di sicuro abbiamo subito iniziato a fare i conti: 1+2=3, 3+4=7, 7+5=12; poi, dopo altre addizioni, ci siamo confusi e scoraggiati,...
Iniziamo facendo un piccolo esperimento. Fate la somma dal numero 1 al numero 1000 in un minuto. Considerando...

03 Agosto 2020 | Crescita

A proposito di niente o come imparare a prendere la vita meno sul serio

A proposito di niente è il titolo dell’autobiografia di Woody Allen, scritta a 84 anni e uscita in Italia per La Nave di Teseo. Un racconto personale, fatto di paradossi come il titolo stesso: è un “niente” di 400 pagine quello del cineasta...
A proposito di niente è il titolo dell’autobiografia di Woody Allen, scritta a 84 anni e uscita...

31 Luglio 2020 | Centodieci

Cinque mete estive che ti faranno tornare migliorato

Secondo un notissimo aforisma dello scrittore americano John Steinbeck, «le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone». Viaggiare, muoversi, entrare in contatto con nuove culture, nuovi luoghi e nuovi modi di vivere, preparare i...
Secondo un notissimo aforisma dello scrittore americano John Steinbeck, «le persone non fanno i viaggi,...

29 Luglio 2020 | Crescita

Le canzoni della radio sono la colonna sonora della nostra vita

È sempre difficile rispondere alla domanda: «Qual è la tua canzone preferita?». I motivi sono vari: innanzitutto ce ne possono essere diverse, perché diverse sono i momenti della vita e quasi sempre questi momenti si legano indissolubilmente a una...
È sempre difficile rispondere alla domanda: «Qual è la tua canzone preferita?». I motivi sono vari:...

27 Luglio 2020 | Arte e Cultura