Il Cashback è un’iniziativa introdotta dal Governo per incentivare i pagamenti elettronici attraverso un sistema di restituzione in denaro di una percentuale di quanto pagato cashless nell’arco di un semestre. Terminata il 31 dicembre l’esperienza del Cashback di Natale, che dovrebbe rimborsare entro il 1° marzo ben 222 milioni di euro a chi – dall’8 dicembre al 31 – ha fatto almeno 10 operazioni cashless, ora è la volta del Cashback standard. Dal 1° gennaio, infatti, è partita l’iniziativa che proseguirà fino al 30 giugno 2022, in questa fase viene riconosciuto un rimborso semestrale pari al 10% di quanto speso dal consumatore fino a un massimo di 1.500 euro a semestre e purché si facciano almeno 50 operazioni cashless a semestre.

Ogni pagamento sarà considerato fino ad un massimo di 150 euro, questo per favorire non chi fa pagamenti consistenti ma chi fa più operazioni di pagamento cashless. Ci sarà inoltre un SuperCashback, un rimborso che verrà riconosciuto ogni semestre per 1.500 euro ai primi 100.000 registrati che abbiano effettuato il maggior numero di operazioni cashless, a patto che eseguano almeno 50 operazioni di pagamento nel corso del semestre. Sulla app IO o sui sistemi di attivazione degli operatori è possibile ogni giorno visualizzare la classifica del SuperCashback e quindi capire in che posizione ci si trova rispetto agli altri. La classifica definitiva del primo semestre (pagamenti dal 1 gennaio 2021 al 30 giugno 2021) sarà visualizzata il  10 luglio 2021. Tutti i rimborsi, inclusi quelli relativi al super Cashback, saranno esentasse.

Per poter partecipare all’iniziativa occorre iscriversi. Possono farlo tutti i maggiorenni residenti in Italia e sono ammessi indistintamente tutti gli acquisti fatti come consumatori, quindi non sono contemplati quelli effettuati in ambito professionale o imprenditoriale. Il Cashback riguarda indistintamente qualsiasi tipologia di spesa pagata in modalità elettronica escluse quelle fatte online. Questa scelta è dettata dal fatto che online è possibile fare acquisti solo con pagamenti elettronici, non avrebbe senso perciò una misura che incentivi questi sistemi che sono di fatto gli unici ammessi.

Il rimborso del 10% sull’importo degli acquisti effettuati con carte di credito, carte di debito e prepagate, bancomat e app di pagamento in negozi, bar e ristoranti, supermercati e grande distribuzione o per artigiani e professionisti sta riscuotendo un successo incredibile. Basti vedere i numeri per capire la portata dell’adesione: dall’inizio del programma al 5 febbraio 2021 sono stati 7.247.626 i cittadini aderenti al Cashback, per un totale di transazioni 164.439.406 elaborate e 12.755.664 strumenti di pagamento attivati. L’applicazione IO è la più scaricata in Italia, con ben 9.681.008 download effettuati.

Si tratta sicuramente di un’anomalia positiva nel settore pubblico, un servizio che esprime una nuova visione dei servizi pubblici, completamente centrata sui bisogni dell’utente. E introduce un modo diverso di fare innovazione per e con i cittadini, seguendo dinamiche di sviluppo tipiche di una startup. Mettere le persone al centro del processo di innovazione della Pubblica Amministrazione, coinvolgendo i cittadini nello sviluppo delle piattaforme digitali di cui saranno i fruitori.

Tuttavia, ci sono state ripetute segnalazioni di utenti che non si sono visti riconoscere dalla app IO alcuni pagamenti o che hanno avuto problemi con l’abbinamento di alcune carte di pagamento.

Per questo motivo partecipare al Cashback di Stato è ancora più semplice se si utilizza l’app Flowe. Per chi è cliente della nuova società benefit del Gruppo Banca Mediolanum, infatti, è sufficiente aderire tramite app, senza scaricare IO. Gli utenti già registrati tramite app IO possono abilitare l’app Flowe alla visualizzazione del Cashback accumulato. In più, se l’utente si è già registrato sull’app IO e ha collegato più carte, sull’app Flowe potrà vedere il totale del Cashback accumulato, non solo quello delle transazioni effettuate con la carta Flowe. Flowe si presenta così come alternativa efficace per partecipare al Cashback di Stato rispetto alla procedura di adesione al programma tramite app IO, che ha mostrato più di una difficoltà per i cittadini. Per registrarsi al programma basta andare nella sezione “Cashback” presente nella voce di menu “Money” dell’app, fare tap sul pulsante “Guadagna” che compare all’interno del riquadro dedicato al Cashback di Stato, seguire il percorso guidato e attivare così il servizio. Come nel suo stile, Flowe ha apportato un’ulteriore innovazione per semplificare la vita dei propri utenti e migliorare ulteriormente l’esperienza di utilizzo del Cashback.